Home Cultura e Spettacolo Successo di visite per i reperti ristrutturati in mostra al Museo civico...

Successo di visite per i reperti ristrutturati in mostra al Museo civico di Anzio

Il 14 febbraio si è svolta una mostra di tutto rilievo presso il Museo Civico Archeologico di Anzio e, per la prima volta, sono stati esposti al pubblico, con ingresso

135

di Mirko Piersanti

Il 14 febbraio si è svolta una mostra di tutto rilievo presso il Museo Civico Archeologico di Anzio e, per la prima volta, sono stati esposti al pubblico, con ingresso libero, alcuni altari ed epigrafi, dell’antica Antium romana, appena restaurati grazie all’intervento della MA.CO.RE’, una società che interviene nel settore dello studio, della prevenzione, della manutenzione e del restauro di opere d’arte. Oltre ai tutor e alla direttrice del museo anziate Giusy Canzoneri, erano presenti anche il sindaco Candido De Angelis, l’assessore alla cultura Laura Nolfi, diversi consiglieri comunali, i dirigenti, gli studiosi e tanti cittadini che non hanno voluto mancare a una giornata importante per tutta la città neroniana. Del resto il lavoro che l’amministrazione comunale anziate e del museo nel campo della cultura è sempre stato costante e oggi si possono ammirare i grandi risultati di tutto quello che è stato fatto nel corso degli anni. “Le superstiti iscrizioni di Antium romana, recentemente restaurate,saranno in mostra in un percorso guidato, che le sottrae alla quiete delle sale del Museo. Per riattivare il loro potere di comunicazione basta un osservatore disponibile alla sosta, alla decifrazione, alla lettura. Per entrare in contatto con gli antichi committenti è sufficiente ripetere ad alta voce il messaggio inciso in pietra. Sembrerà di filmare un lontano passato con tanto di colonna sonora”. Questo è quello che i relatori hanno voluto far capire durante la manifestazione, ma al tempo stesso tutti i presenti hanno vissuto un’esperienza davvero unica. Il semplice guardare, studiare e conoscere tutti i reperti archeologici è stato come essere trasportati in un tempo lontano, ovvero quello della antica Antium con tutte le sue bellezze storiche, artistiche e ambientali. Il successo di questa mostra è frutto di una perfetta sinergia tra il Museo Civico Archeologico, la sovraintendenza, l’amministrazione comunale di Anzio, gli studiosi, l’ufficio ambiente, l’ufficio tecnico, l’ufficio alla comunicazione, la segreteria del sindaco e i carabinieri che hanno avuto il prezioso ruolo di proteggere un tesoro di inestimabile valore. Nella stessa giornata inoltre si sono svolti anche una riflessione scientifica con la professoressa Laura Chioffi, studiosa del mondo antico e docente di epigrafia, e degli interventi dei funzionari archeologici Sabap Rm Met Rossella Zaccagnini e Gemma Carafa Jacobini. Gli sponsor dell’evento sono stati S.P.Polverini, Hotel Lido Garda, In Legno e Tipografia Marina.