Home Politica La Regione Lazio stanzia 30 milioni per la costa e per il...

La Regione Lazio stanzia 30 milioni per la costa e per il dragaggio dei Porti

Più di 30 milioni di euro in tre anni per interventi a tutela del patrimonio costiero laziale. È stato approvato dalla giunta regionale il programma generale per la difesa

193
La sede della Regione Lazio

Più di 30 milioni di euro in tre anni per interventi a tutela del patrimonio costiero laziale. È stato approvato dalla giunta regionale il programma generale per la difesa e la ricostruzione dei litorali nel triennio 2019/2021. Il via libera alla proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici, Tutela del Territorio e Mobilità, Mauro Alessandri, rappresenta il primo passo verso la stesura del Piano di Difesa Integrata delle Coste, apposito strumento di pianificazione degli interventi di salvaguardia e valorizzazione dell’intero litorale laziale. Il programma, licenziato dall’esecutivo Zingaretti, prevede inoltre il coinvolgimento diretto degli enti locali in azioni di monitoraggio, manutenzione e movimentazione dei sedimenti derivati da porti e foci, come già previsto dal Protocollo d’intesa siglato a novembre dalla Regione Lazio con i comuni di Latina e Sabaudia. Un modello di collaborazione interistituzionale che sarà esteso alle altre amministrazioni locali presenti sul litorale, incentivandone il ricorso anche attraverso il sostegno regionale all’acquisto di mezzi e attrezzature per il dragaggio di porti e approdi. Infine, per dare immediata risposta ai danni provocati dal maltempo, la delibera prevede l’immediato avvio di opere di ripascimento ritenute urgenti, al fine di consentire alle realtà economiche costiere di riprendere le proprie attività in tempo per la prossima stagione estiva. “Con questo provvedimento vogliamo perseguire tre obiettivi fondamentali: dotare la Regione di una programmazione di lungo periodo estesa a tutta la costa laziale; proporre al territorio un metodo di governo partecipato per affrontare un problema complesso come quello della gestione del litorale; occuparci dell’immediato, con interventi di ripascimento urgenti. Il programma approvato mira a coordinare e responsabilizzare gli attori locali nel processo di salvaguardia del tratto costiero regionale, oltre a dare risposte immediate in vista della stagione balneare”, ha spiegato l’assessore Mauro Alessandri.

La speranza è che anche Anzio, che da tempo segnala un porto insabbiato da una Regione distratta, possa riuscire a rientrare negli interventi disposti con urgenza sia per il dragaggio del porto, urgentissimo, che per la tutela della costa, a rischio in più punti così come a Nettuno.