Home Attualità Il Collettivo dell’Itis Trafelli scrive una Lettera aperta ai Docenti del Liceo

Il Collettivo dell’Itis Trafelli scrive una Lettera aperta ai Docenti del Liceo

"Da poco abbiamo presentato un progetto di cogestione sviluppato da noi e con l’aiuto del 'Collettivo Colonna Gatti Anzio' e della 'Rete degli studenti medi'

330
“Da poco abbiamo presentato un progetto di cogestione sviluppato da noi e con l’aiuto del ‘Collettivo Colonna Gatti Anzio’ e della ‘Rete degli studenti medi’, abbiamo creato questo progetto collaborando con più scuole per un senso di unità studentesca che crediamo fondamentale.
Il progetto è fortemente culturale e tocca argomenti non trattati, o trattati superficialmente, argomenti però fondamentali: ci sono troppe lacune in questo sistema scolastico, troppi buchi neri e spesso ciò che viene studiato non viene mai attualizzato.
Il nostro programma si divide in 4 punti: sport, diritti, criminalità e ambiente.
I nostri diritti vengono troppo spesso calpestati ma in particolare viene spesso minato il confronto studentesco cercando di non far organizzare i ragazzi e questo si vede nelle piccole o grandi cose dalla piccola edilizia scolastica al taglio di 4 miliardi all’istruzione sulla triennale.
Si tende spesso a creare una guerra fra poveri ma nelle nostre scuole non viene mai spiegato che la criminalità organizzata influisce negativamente sul nostro stato per una cifra compresa tra i 250 e i 270 miliardi di euro pari al 18% del pil(istat)
 Abbiamo ereditato un pianeta a rischio, gli scienziati ci danno soli 12 anni per salvarci dal riscaldamento globale e da conseguenze catastrofiche per la nostra sopravvivenza ma nel mondo le norme anti inquinamento vengono rimosse, si rinnega il trattato di Parigi e il riscaldamento aumenta. Se non cominciamo noi a fare qualcosa non avremo formula matematica da applicare, poesia da decantare o opere da costruire: semplicemente non ci saremo, non raggiungeremo la vostra età, non avremo nessuno a cui passare ciò che stiamo apprendendo e non avremo e non avrete un mondo su cui far crescere i vostri nipoti.
Quando sarete chiamati a votare il nostro progetto vi chiediamo di essere favorevoli, votarci contro significherebbe essere complici di tutto questo e vi invitiamo anzi a proporre vostri corsi da mettere in atto.
Inoltre saranno garantite delle ore da passare con i professori e corsi sulla nuova maturità per prepararci al meglio.
5 giorni non sono niente in confronto a tutto questo”.
FATE UNA SCELTA: SCEGLIETE IL FUTURO, QUELLO DI TUTTI NOI
Collettivo autonomo Trafelli