Home Attualità Benedizione degli animali a Nettuno, il Comandante Arancio: “La cerimonia si farà”

Benedizione degli animali a Nettuno, il Comandante Arancio: “La cerimonia si farà”

"Visto che alcuni cittadini, fraintendendo notizie pubblicate su alcuni giornali locali, hanno capito che non sarebbe stato possibile effettuare la benedizione degli animali

1064
Il Comandante Antonio Arancio

“Visto che alcuni cittadini, fraintendendo notizie pubblicate su alcuni giornali locali, hanno capito che non sarebbe stato possibile effettuare la benedizione degli animali prevista per il prossimo fine settimana, al fine di derimere ogni dubbio, sono contento di comunicare che la stessa sarà regolarmente eseguita presso la Chiesa di San Francesco a Nettuno. Il raduno è previsto, nella massima sicurezza, come da tradizione e da programma, presso la piazza di via della Vittoria”. Così in una breve nota il Comandante della Polizia locale di Nettuno Antonio Arancio che, a seguito delle pubblicazione di alcuni articoli è stato subissato dalle chiamate di cittadini che pensavano la benedizione fosse stata annullata. Così non è. Con apposita ordinanza, la Polizia locale, non ha concesso l’autorizzazione al Corteo degli animali che avrebbe necessitato della chiusura della strada. La decisione è stata presa per diversi e tutti rilevanti motivi. Il primo riguarda la chiusura al traffico di via Menni, che non permette la deviazione del traffico, la seconda riguarda una situazione viaria già fortemente compromessa che è motivo di lamentele da parte dei cittadini, e la terza è legata ad incidenti che si sono verificati lo scorso anno proprio durante il Corteo, con alcuni animali che hanno danneggiato delle auto in sosta, creando controversie legali tra privati e con l’Ente e che hanno imposto la richiesta dell’Assicurazione per gli animali. Nonostante il Corteo non si potrà svolgere non solo ci sarà la benedizione ma anche un intenso programma di festeggiamenti presso la chiesa e la spiaggia che nulla toglie alla bella tradizione. “La sicurezza – ha detto il Comandante Arancio – è il nostro primo parametro di azione, al di là delle pretestuose polemiche di chi evidentemente non valuta i rischi per i cittadini”.