Home Politica Cerimonie per lo Sbarco, la Regione finanzia il progetto di Anzio e...

Cerimonie per lo Sbarco, la Regione finanzia il progetto di Anzio e Nettuno

La Giunta regionale del Lazio ha approvato lo schema di Accordo di collaborazione in occasione del 75 Anniversario dello Sbarco alleato 1944-2019 Anzio-Nettuno

1199

La Giunta regionale del Lazio ha approvato lo schema di Accordo di collaborazione in occasione del 75 Anniversario dello Sbarco alleato 1944-2019 Anzio-Nettuno e concesso un contributo da 35mila euro ai due Comuni in vista dell’evento storico ormai prossimo. Lo Statuto della Regione Lazio che disciplina “La concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari o vantaggi economici comunque denominati a persone ed enti pubblici e privati, compresi gli enti locali, è subordinata alla predeterminazione dei criteri generali e all’adeguata informazione dei potenziali interessati” in questo specifico caso si fa riferimento alla disciplina che prevede che “per manifestazioni, eventi e progetti di particolare interesse e rilevanza, in quanto afferenti ai programmi strategici ed alle finalità istituzionali della Regione possono essere concessi contributi a Istituzioni sovra regionali o a soggetti terzi da queste individuate. Può essere concesso un contributo in misura non superiore al 80% del costo complessivo dell’iniziativa e, comunque, nel limite massimo di contribuzione di euro 40.000,00”. A presentare domanda per ottenere il contributo il Commissario Straordinario di Nettuno Bruno Strati, che ha già dimostrato di ben conoscere la storia del Comune che è stato chiamato a guidare, proprio in vista dell’organizzazione degli eventi programmati in occasione della ricorrenza del 75° Anno dello Sbarco. 

Le cerimonie, in questa speciale annualità godono anche del patrocinio e dell‟adesione espressa dal Ministero della Difesa che, in conformità dello schema di accordo di collaborazione, assicura per la ricorrenza celebrativa, la concessione di servizi mentre il Comune ha approvato lo schema di accordo di collaborazione ed il progetto presentato dalla Proloco Forte Sangallo (che imperdonabilmente nel documento della Regione pubblicato sul bollettino ufficiale è stato ribattezzato San Gallo) che sarà oggetto di apposita convenzione. La Regione, nel motivare la concessione del finanziamento ricorda che “il progetto trasmesso con la predetta nota è ritenuto di particolare interesse e rilevanza per il territorio della Regione Lazio e risulta meritevole di accoglimento considerato che il territorio della Regione Lazio ha costituito uno scenario rilevante della cosiddetta campagna d‟Italia, decisa dal primo ministro inglese Churchill e dal presidente americano Roosevelt, avendo ospitato e vissuto alcuni degli episodi più significativi del periodo, sia dal punto storico-politico sia militare; Atteso che il territorio si è reso teatro di pagine di grande eroismo; Considerato che lo sbarco di Anzio e Nettuno del 22 gennaio 1944, la successiva battaglia di Monte Cassino tra il gennaio e il maggio 1944, l‟organizzarsi della Resistenza e della lotta partigiana con la risposta delle rappresaglie naziste, ha portato nel giugno del 1944 alla Liberazione di Roma; considerato, altresì, che nel cuore del territorio del Comune di Nettuno sorge il Sicily Rome American Cemetery, un grande parco che accoglie i corpi dei caduti durante la Seconda Guerra Mondiale” la Regione ha ritenuto di di aderire con la presente Deliberazione alla sottoscrizione dello schema di Accordo di collaborazione con Ministero della Difesa e Amministrazioni comunali di Anzio e Nettuno e di concedere un contributo pari a 35mila euro.

Di seguito il testo integrale dell’Accordo siglato.

ACCORDO DI COLLABORAZIONE IN OCCASIONE DEL 75° ANNIVERSARIO DELLO SBARCO ALLEATO

Tra Ministero della Difesa Regione Lazio Comune di Anzio e Comune di Nettuno

Accordo per la collaborazione istituzionale e tecnico-operativa in occasione del 75° Anniversario dello Sbarco Alleato Anzio – Nettuno.

22 gennaio 1944 – 22 gennaio 2019

Settantacinque anni fa, con le vicende dell’estate 1943 (lo sbarco degli Alleati in Sicilia, la caduta del fascismo, la comunicazione dell’armistizio avvenuta l’8 settembre) la seconda guerra mondiale entra nella sua fase più drammatica: da una parte l’Italia si trasforma in un campo di battaglia conteso da eserciti stranieri, da un’altra parte si pongono le basi per la costruzione dei nuovi contesti che daranno poi forma, nel dopoguerra, alla costituzione democratica e repubblicana.

Delle vicende di questo periodo il territorio della Regione Lazio costituisce uno scenario imprescindibile avendo ospitato e vissuto alcuni degli episodi più significativi che segnano il periodo, dal punto di vista sia della storia militare: l’intensificarsi dei bombardamenti Alleati, le concitate giornate tra il 25 luglio e l’8 settembre del 1943, lo sbarco di Anzio e Nettuno del gennaio 1944, la battaglia di Monte Cassino tra il gennaio e il maggio 1944, l’organizzarsi della Resistenza e della lotta partigiana con la risposta delle rappresaglie naziste, la liberazione di Roma, ecc. -, sia della storia civile e politica: la costituzione del CLN, la rinascita dei partiti, il progressivo organizzarsi di una dialettica democratica, l’elaborazione di idee capaci di indirizzare la creazione di nuovi modelli istituzionali sovranazionali come fu l’esperienza del Movimento federalista europeo di Altiero Spinelli costituito nel 1943, le cui basi teoriche furono poste nei giorni del confino sull’isola di Ventotene.

Premesso che: il prossimo 22 gennaio 2019 un anno importante per commemorare gli eventi della Seconda Guerra Mondiale: il 75° anniversario dello sbarco di Anzio – Nettuno (22 gennaio 1944), le cui commemorazioni contribuiranno a ricordare ed a fissarne la memoria nelle nuove generazioni; posto nel cuore del territorio del Comune di Nettuno sorge il Sicily Rome American Cemetery, un grande parco che accoglie i corpi di 7862 caduti durante la Seconda Guerra Mondiale; venne realizzato come cimitero temporaneo il 24 gennaio 1944, a soli due giorni dall’inizio dell’operazione Shingle (sbarco di Anzio e Nettuno) con cui gli eserciti alleati intendevano liberare l’Italia centrale dai Tedeschi. Molti dei caduti sepolti e commemorati a Nettuno persero la vita durante la liberazione della Sicilia (10 luglio – 17 agosto 1943); molti nello sbarco di Salerno (9 settembre 1943) molti nello sbarco e nella testa di ponte di Anzio e Nettuno (22 gennaio – maggio 1944); molti infine nelle operazioni aeree e navali in queste regioni. A ricordare le vittime di queste operazioni, sono le 7862 croci bianche corrispondenti a tutti gli americani morti, tra cui anche delle crocerossine, per la predisposizione di un programma generale di iniziative e di manifestazioni istituzionali, culturali e ricreative volte a sensibilizzare, soprattutto nelle giovani generazioni il valore storico e gli ideali etici che hanno portato alla fine del conflitto mondiale; la Pro Loco Forte Sangallo di Nettuno ha presentato un progetto per la commemorazione del 75° Anniversario dello Sbarco Alleato Anzio – Nettuno, con il quale intende affiancare l’organizzazione generale dell’Evento organizzato dalle Amministrazioni Comunali di Anzio e Nettuno, proponendo una serie di iniziative a latere delle cerimonie istituzionali (approvato con Deliberazione del Commissario n. 117 del 06.12.2018);

I Comuni di Anzio e Nettuno hanno costituito un gruppo di lavoro che funge da regia all’organizzazione della manifestazione che avrà sicuramente risonanza a livello internazionale; Alcune associazioni territoriali, che a vario titolo partecipano alla vita sociale del territorio hanno chiesto di essere inseriti nel cartellone dei festeggiamenti e che sarà cura delle Amministrazioni coinvolte raccogliere le proposte per le iniziative celebrative predisponendo, pubblicando e diffondendo il calendario delle stesse, tale da affiancare ai momenti delle celebrazioni istituzionali anche occasioni di approfondimento storiografico e di comunicazione in grado di trasmettere e riaffermare la memoria dei valori. Tutto ciò premesso e considerato forma parte integrante del presente Accordo Interistituzionale.

L’anno ………………….., il giorno ………….. del mese di …………………

TRA

– Il Mistero della Difesa, con sede in Roma, rappresentato per le finalità del presente accordo

– la Regione Lazio, con sede in Roma, via Cristoforo Colombo 212, rappresentata per le finalità del presente accordo

– il Comune di Anzio, con sede in Anzio, via Breschi snc – rappresentato dal Sindaco dott. Candido De Angelis;

– il Comune di Nettuno, con sede in Nettuno, viale Giacomo Matteotti, 37 – rappresentato dal Commissario Straordinario dott. Bruno STRATI

 

A breve tutti i dettagli sulle iniziative previste per lo Sbarco.