Home Cronaca Ex Divina provvidenza, le Associazioni fanno ricorso contro lo sgombero

Ex Divina provvidenza, le Associazioni fanno ricorso contro lo sgombero

"L'Associazione culturale Ibis Onlus, la compagnia teatrale Rezza - Mastrella, il laboratorio ceramico Gatti - Silvestri, comunicano agli organi di stampa quanto

278

L’Associazione culturale Ibis Onlus, la compagnia teatrale Rezza – Mastrella, il laboratorio ceramico Gatti – Silvestri, comunicano agli organi di stampa quanto segue: Ottemperando alla ordinanza dirigenziale n373 del 16 ottobre abbiamo provveduto a far periziare i locali in cui si svolgono le nostre attività da parte di un igegnere iscritto all’altro ed esperto di sicurezza.
Dalla relazione da lui prodotta e inoltrata al commissario Bruno Strati non si evidenziano situazioni tali da giustificare lo sgombero.
Contestualmente abbiamo chiesto un incontro con il commissario per dettagliare meglio il documento trasmesso e cercare di trovare una soluzione tra le parti.
Non essendo pervenuto nessun riscontro alla nostra proposta abbiamo provveduto tramite nostro legale a rivolgerci al Tar del Lazio per ottenere la sospensiva dell’atto di sgombero. Pertanto oggi ci rivolgiamo a tutte le realtà sociali, culturali e politiche del territorio perché si pronuncino sulla destinazione d’uso della Divina provvidenza“.

Questa la comunicazione integrale delle Associazioni che hanno uno spazio nella ex Divina provvidenza e che da qualche settimana non sanno cosa fare, con una strada chiusa, ingressi improbabili anche in chiesa e una situazione al limite. In sostanza, quella delle Associazioni è una chiamata alle armi di chi a Nettuno fa cultura, per difendere i pochi spazi che ancora le sono dedicati, ma anche per sostenere le che lo sgombero non era necessario e il palazzo non è pericoloso. Adesso a decidere sarà il Tar.