Home Politica La Lista De Angelis: “Basta lezioni di etica da chi deride il...

La Lista De Angelis: “Basta lezioni di etica da chi deride il Sindaco”

"Non si accettano lezioni di etica e moralità da parte di chi dimostra, con il proprio atteggiamento, carenza di discernimento e di buon senso. Quando ci si trova

176
Candido De Angelis

“Non si accettano lezioni di etica e moralità da parte di chi dimostra, con il proprio atteggiamento, carenza di discernimento e di buon senso. Quando ci si trova al cospetto di un Sindaco, chiunque esso sia e qualsiasi componente politica rappresenti anche se diversa dalla propria, l’etica vuole che si tenga un atteggiamento di rispetto in particolar modo se si ricopre, allo stesso modo, una carica pubblica seppur collocati all’opposizione in Consiglio Comunale”. Sull’alterco che ha visto protagonisti il Sindaco di Anzio Candido De Angelis e il consigliere di opposizione Luca Brignone, intervengono anche gli esponenti della Lista Candido De Angelis Sindaco, i consiglieri comunali Di Carlo, Vasoli, Silani, Pascucci e gli assessori Mazzi e Salsedo.
“Inaccettabile risulta quindi essere l’atteggiamento di scherno e derisione di chi, in una commissione istituzionale ed alla presenza di altri, si permette il lusso di mostrare dissenso deridendo il primo cittadino. Un affronto non solo alla persona che detiene tale incarico ma soprattutto a ciò che egli rappresenta; la citta di Anzio. Non accettiamo più lezioni da coloro che si eleggono professori e detentori della verità e che infangano giornalmente l’operato di una amministrazione che tra le tantissime difficoltà si sta adoperando per ottenere i migliori risultati a favore dei cittadini, non accettiamo sterili critiche da coloro che ormai da troppo tempo dipingono questa amministrazione come il peggiore dei mali e che concretamente non hanno fino ad oggi mai partecipato fattivamente al raggiungimento di risultati che vedessero come obbiettivo il bene della Città. La campagna elettorale è terminata ed è ora che qualcuno se ne renda conto, accetti la sconfitta rispettando oltre al volere del popolo, che si è palesemente espresso con l’elezione dell’attuale sindaco al primo turno, il ruolo istituzionale che ricopre nell’assise comunale. Continuando l’opposizione tutta a tenere questo atteggiamento contribuirà solo a denigrare il nome della nostra amata città mettendola alla mercè di chiunque voglia utilizzare tali spunti per infangare il nostro territorio”.