Home Cronaca Insulti social al Segretario del Pd di Nettuno, scattano le denunce

Insulti social al Segretario del Pd di Nettuno, scattano le denunce

"Continua l'ondata di odio contro le personalità politiche e non solo, come ribadito proprio da Maurizio Martina da Piazza del Popolo

441
Maurizio Martina e Carla Giardiello

“Continua l’ondata di odio contro le personalità politiche e non solo, come ribadito proprio da Maurizio Martina da Piazza del Popolo, durante la manifestazione del PD del 30 settembre”. Lo scrivono dalla Segreteria del Pd di Nettuno a seguito di una serie di commenti volgari e imbarazzanti seguiti alla notizia della presenza della Segretaria Carla Giardiello alla manifestazione capitolina dei democratici.
“A farne le spese – aggiungono – anche questa volta, una donna, vittime predilette da questa orda di haters che bazzicano sui social, dove si atteggiano a leoni da tastiera. La modalità è sempre la stessa: si prende un personaggio pubblico o chiunque abbia a che fare con un personaggio pubblico, di una ben precisa compagine politica, si ridicolizza la sua immagine, la si sberleffa, fino ad insultarla pesantemente con epiteti spesso di stampo sessista. Questa volta è capitato al nostro segretario, Carla Giardiello, donna raffinata e moderata, il tipo di donna che si fa rispettare e stimare da chiunque la conosca. È proprio questo il punto. Gente assolutamente sconosciuta, vedendola ritratta in foto con Maurizio Martina, in quanto rappresentante del PD, ha pensato bene di riempire la pagina del giornale online Il Clandestino, che aveva riportato l’articolo, di commenti riprovevoli e allusivi. Ci sconcerta il fatto che, purtroppo, spesso questi insulti vengano avallati o persino perpetrati da altre donne. Crediamo che non si possa cadere più in basso. E di gente di basso livello culturale di certo si tratta, al di là del titolo di studio appeso al muro. Perché chi non è capace di avanzare considerazioni politiche e scade nell’ingiuria, farebbe meglio a tacere. Ma non si tratta di episodi isolati ad opera di qualche scriteriato, bensì di una vera e propria macchina del fango ben orchestrata, di cui divengono complici o protagonisti, a macchia d’olio, fette sempre maggiori di frequentatori dei social, alcuni dei quali veri e propri profili fake. Come Pd di Nettuno siamo stati molto orgogliosi di aver partecipato alla manifestazione nazionale di domenica. Siamo molto orgogliosi di essere rappresentati da una donna di valore come Carla Giardiello e siamo pronti a confrontarci con chiunque voglia e sappia parlare di politica. Ma contro chi continuerà con questi attacchi personali di bassissima lega, adiremo le vie legali, come stiamo già facendo in questo caso. Con la speranza che la nostra azione arresti questa ondata di odio e volgarità, purtroppo evocata ogni giorno dai rappresentanti politici di questo governo. Speriamo infine che anche le altre forze politiche attive sul territorio si uniscano al nostro grido contro l’odio sui social”. La Redazione del Clandestino suo malgrado coinvolta in questa situazione esprime piena solidarietà alla Segretaria Giardiello e prende precisa posizione contro chi, privo di ogni educazione e contenuto, non riesce ad esprimere concetti ma solo insulti.