Home Cronaca Prevenzione inquinamento in mare, il piano d’azione tutela anche Anzio

Prevenzione inquinamento in mare, il piano d’azione tutela anche Anzio

Sfiora anche l'area di fronte al Porto di Capo d'Anzio, il piano di prevenzione per casi di inquinamento marino

214

Sfiora anche l’area di fronte al Porto di Capo d’Anzio, il piano di prevenzione per casi di inquinamento marino studiato tra diversi paesi che affacciano sul Mediterraneo.

Si svolgerà domani e dopodomani, nelle acque dell’arcipelago della Maddalena, l’esercitazione internazionale Ramogepol. Le esercitazioni Ramopogel fanno parte del piano di intervento per la lotta contro gli inquinamenti marini accidentali nel Mediterraneo. La zona della sua applicazione va dalla foce del Rodano, ad ovest, al faro di Capo d’Anzio ad est, comprendendo, quindi, anche la Sardegna e Corsica.

Per testare l’efficacia del piano, periodicamente, vengono organizzate esercitazioni di simulazione di lotta agli inquinamenti accidentali. Queste esercitazioni, inoltre, consentono di valutare la reattività dei mezzi mobilitati e di capire il livello di interazione tra le organizzazioni di Italia, Francia e Principato di Monaco, i tre paesi coinvolti nell’accordo Ramoge. Domani per via dei test in Sardegna saranno tutti allontanati dall’arenile e non sarà possibile né navigare né fare immersioni.