Home Politica Pua a Nettuno, gli ex assessori 5 stelle puntano su Consulta e...

Pua a Nettuno, gli ex assessori 5 stelle puntano su Consulta e Advisor

"Siamo soddisfatti per la partecipazione attiva delle parti sociali interessate (delegazione associazione Balneari, concessionari)

308

“Siamo soddisfatti per la partecipazione attiva delle parti sociali interessate (delegazione associazione Balneari, concessionari) e di alcuni rappresentanti ‘politici’ ma anche di molti cittadini che hanno conosciuto la nostra rete aperta sui temi concreti ed importanti della città. Molti gli spunti di riflessione e le convergenze operative da mettere subito in campo”. Lo scrivono gli ex Assessori di Nettuno Daniele Mancini, Nanda Salvatori, Simona Sanetti, Stefano Pompozzi e Guido Fiorilli a seguito dell’incontro sul Pua presso la sede dell’Associazione Nettuno progetto futuro in via Cattaneo.
“Innanzi tutto – aggiungono – essere immediatamente interlocutori propositivi per l’Amministrazione che sta redigendo la bozza e le linee guida del PUA, cercando di non perdere mesi e mesi di lavoro impostato,dopo anni di inerzia, finalizzato alla massima utilità pubblica per tutta la Città.
In secondo luogo avviare un tavolo di lavoro partecipato sul Turismo e Attività Produttive tenuto conto che gli uffici comunali non hanno risorse sufficienti e competenze specifiche nel loro organico. Occorre quindi nel breve- medio termine avere una visione di sviluppo e rilancio del settore che non può non essere che una prospettiva “d’insieme”. La nostra proposta politica ed amministrativa, in continuità con l’ indirizzo politico da ex amministratori, passa attraverso l’istituzione di 2 organi collegiali riconosciuti e legittimati che possano affiancare all’ Amministrazione Comunale per raggiungere quell’efficacia ed efficienza nelle iniziative che deve coinvolgere direttamente il tessuto socio-economico e produttivo di NETTUNO:

1) “Consulta Permanente per il Turismo e Commercio” formata dai rappresentanti delle categorie interessate ma anche cittadini e fruitori dei servizi.

2) “Advisor” esterno specializzato, esperto e referenziato nel settore per avviare il volano della rinascita turistica e rendere di nuovo Nettuno più attrattiva sotto molteplici aspetti a diversi bacini di potenziale utenza.

Siamo convinti – spiegano – ancora più di prima che le singole azioni e i provvedimenti come il PUA, siano da affrontare con molta attenzione e soprattutto partecipazione dei diretti destinatari di scelte amministrative, ma tali interventi devono essere singoli elementi di un disegno ed una nuova visione generale della città e del suo futuro sviluppo, ben più ampia: si pensi ad esempio al Nuovo PRG e alle politiche di stimolo e di incentivi che può contenere nel settore alberghiero-recettizio sfruttando migliaia di seconde abitazioni spesso chiuse anche nel periodo estivo. Queste sono le basi ma seguiranno ulteriori approfondimenti per entrare ancor di più nei dettagli delle azioni e degli atti da adottare.

Ringraziamo tutti per il contributo all’Agenda di Governo cittadino che stiamo scrivendo insieme e che rappresenterà il nostro “vangelo” oltre le personali convinzioni politiche.
Siamo un movimento civico, nessuna alleanza politica ma solo condivisione di azioni amministrative per le urgenze della città.
Un Contratto di Governo per Nettuno che affronti operativamente i problemi della Comunità. Le nostre parole si tramuteranno in fatti con competenza ed esperienza, senza se e senza ma, lo abbiamo già dimostrato nei 18 mesi passati di amministrazione.
Restiamo a disposizione dei Cittadini e aperti alle donne e agli uomini di buona volontà che condividono, oggi, la necessità di un Governo Civico locale oltre i partiti e/o movimenti che finora hanno amministrato Nettuno. Riteniamo sia una grande manifestazione vera di responsabilità collettiva. Solo così Nettuno può riscattarsi e tornare ad essere Nettuno”.