Home Politica L’opposizione chiede la rimozione della Salsedo, il consiglio dice No

L’opposizione chiede la rimozione della Salsedo, il consiglio dice No

Sono cinque i consiglieri di opposizione del consiglio comunale di Anzio ad aver sottoscritto una mozione

1011
Il nuovo consiglio comunale di Anzio

Sono cinque i consiglieri di opposizione del consiglio comunale di Anzio ad aver sottoscritto una mozione, letta dal consigliere Luca Brignone a nome di tutti gli altri con cui si chiede al Comune la costituzione in giudizio nel processo, cosiddetto 27 proroghe e la rimozione immediata dell’assessore Valentina Salsedo (che nei giorni scorsi ha detto che non lascerà). “Sappiamo che non siete d’accordo – spiega Brignone – ma siamo convinti che questo argomento vada trattato in consiglio e non solo sulla stampa che a volte distorce i nostri messaggi. Noi e anche io spesso passiamo per giustiziasti che vogliono vedere tutti in galera ma non è così, semplicemente in una situazione in cui il Comune è parte lesa l’assessore per opportunità dovrebbe lasciare fino a che la sua estraneità non sia provata. La politica è servizio può tornare dopo che, come le auguro, la situazione si sia risolta”. A rispondere il consigliere di maggioranza Marco Maranesi. Maranesi spiega in assise l’iter che ha portato alle 27 proroghe. “Ci sono stati anni difficili per programmare, quando siamo passati al Bilancio armonizzato, le proroghe necessarie per evitare la chiusura dei giardini di Villa Adele. Il rinvio a giudizio – spiega – sarà utile a dimostrare la sua estraneità ai fatti, sono certissimo della sua onestà. L’opposizione usa la stampa per fare pressioni sui magistrati. Non siete voi a dover dire chi se ne andrà. Invito l’assessore Salsedo a continuare il suo operato”. Quindi è stata la volta del consigliere a 5 stelle Alessio Guain. “Non siamo qui per fare il processo all’assessore – spiega – ma stiamo proponendo una prassi da attuare sempre, in particolare per la costituzione di parte civile per tutelare l’immagine dell’Ente e per chi ci porta nelle inchieste facendoci finire sui giornali”. “Siete carenti di offerta politica – replica Maranesi – per questo usate i giornali per screditare la città. I 5 stelle con l’avviso di garanzia tutti fuori, poi le regole sono cambiante di volta in volta, non venite a fare lezioni di legalità”. Tutto il gruppo di Forza Italia sottoscrive interamente la fiducia all’Assessore Salsedo. “Ho ascoltato un bel mucchio di sciocchezze – ha detto poi Rita Pollastrini del Movimento 5 stelle – non conosco l’assessore Salsedo, mi limito di riflettere sul suo ruolo e sulla sua opportunità politica di continuare a fare l’assessore. Mi auguro che sia innocente è una donna giovane ma ricordatevi che non avete alcun diritto di dirci cosa possiamo chiedere. E’ un nostro diritto chiedere la commissione d’accesso, chiedere le dimissioni, chiedere la costituzione di parte civile. Lo facciamo da dentro al consiglio finalmente, con Bruschini che ci ha detto che eravamo disturbati mentali, lo facevamo da fuori. A ledere l’immagine della città non è chi chiede commissioni d’accesso ma chi commette reati. La richiesta è legittima e democratica. Noi qui seduti siamo tutti incensurati sennò neanche ci candidavano”. Quindi il consigliere Di Carlo ha attaccato l’opposizione per il processo alla Salsedo e il consigliere Giusy Piccolo che, a titolo personale, difende la Salsedo “ottima persona e grande lavoratrice”. Infine il Sindaco Candido De Angelis ha detto la sua. “L’opposizione fa il suo – spiega – mi aspettavo sollecitazioni su argomenti seri per la città, dal mio punto di vista ci fate perdere tempo. Siete tutti nuovi, tutti mi chiedete discontinuità ma per me Luciano Bruschini, per prima cosa è un amico. A livello amministrativo ci cono cose che non ho condiviso, altrimenti nel 2013 non ci saremmo divisi. Abbiamo cercato una faticosa riunione. Con Luciano condividiamo le finalità, non sempre il modo di arrivarci. La continuità è politica, non amministrativa. Mi è stato detto che ho il programma copiato, era il mio del 2013. Il consiglio è ampiamente rinnovato, dalla giunta Bruschini vogliamo prendere l’esperienza positiva e migliorala. Sono stato a cena con operatori soddisfatti di quello che abbiamo fatto in un mese, del nostro mare stupendo. Prima avete sentito qualche tensione con Fontana, è perché c’è tanta voglia di fare bene. Ha detto bene Fontana prima, sulle cose sbagliate vogliamo dare un taglio netto, come sul problema dei rifiuti. Ci stiamo impegnando ci stiamo lavorando. Sull’assessore Salsedo ho grande fiducia, è una mamma e una lavoratrice, aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso e che si faccia velocemente chiarezza. La mozione per me non avrà successo, la Salsedo ha tutte le caratteristiche per continuare a fare il suo lavoro”.