Home Politica Abuso edilizio ai Cioccati, vertice in comune: possibili risvolti penali

Abuso edilizio ai Cioccati, vertice in comune: possibili risvolti penali

Questa mattina un'ampia delegazione di cittadini residenti nel quartiere Cioccati a Nettuno si è presentata in Comune

583
Il muro realizzato al confine con il parco dei bambini e sulle cui basi poggia una nuova costruzione

Questa mattina un’ampia delegazione di cittadini residenti nel quartiere Cioccati a Nettuno si è presentata in Comune per essere ricevuta dal Commissario in merito al rilevante abuso edilizio che è stato realizzato nel lotto di un Consorziato e per cui la Regione Lazio ha chiesto ampi chiarimenti all’ufficio competente dell’Amministrazione. L’incontro si è svolto tra il sub Commissario del Comune, il Dirigente dell’area Lavori pubblici e un funzionario, con il Presidente del Consorzio e due delegati di un gruppo di circa 20 persone. “Finalmente ci stanno dando ascolto – ha detto alla fine dell’incontro il Presidente del Consorzio Paolo Rossi – dopo anni di battaglia ci stanno prendendo sul serio. La situazione dell’abuso è complessa – ci spiega – questo è quello che ci hanno detto, ma ne stanno venendo a capo. La prossima settimana verrà fatto un sopralluogo per bloccare il cantiere, anche alla luce della realizzazione di un muro di cinta alto sette metri che è contro ogni regola edilizia. Il sub Commissario ci ha fatto capire che la situazione è seria e ci potrebbero essere risvolti penali importanti per quello che è accaduto e che denunciamo da tempo”. Ora non resta che attendere il sopralluogo. Non si può non ricordare la lettera della Regione con cui si chiede agli uffici ‘come sia stato possibile arrivare ad una situazione di cosi grave abuso’, che sottolinea come siano stati concessi i benefici del piano casa su un abuso conclamato e reiterato, che parla senza mezzi termini di ‘omesso controllo’.