Home Primo Piano Degrado al campo da tennis di Nettuno, nonostante l’assegnazione

Degrado al campo da tennis di Nettuno, nonostante l’assegnazione

E' un cittadino, ed ex frequentatore del circolo del Tennis di Nettuno che si trova di fronte allo stadio di calcio Celestino Masin, a segnalare la situazione di degrado e abbandono di una struttura che fino a un paio di anni fa era un vero gioiellino. La giunta guidata dal sindaco sfiduciato Angelo Casto, appena eletto fece un bando di assegnazione per i bandi sportivi.

553

E’ un cittadino, ed ex frequentatore del circolo del Tennis di Nettuno che si trova di fronte allo stadio di calcio Celestino Masin, a segnalare la situazione di degrado e abbandono di una struttura che fino a un paio di anni fa era un vero gioiellino. La giunta guidata dal sindaco sfiduciato Angelo Casto, appena eletto fece un bando di assegnazione per i bandi sportivi. Il precedente gestore, che non aveva alcuna intenzione di partecipare al nuovo bando, scrisse al comune di Nettuno per annunciare che avrebbe garantito la cura dei luoghi fino al subentro. L’amministrazione comunale non si è mai presa la briga di rispondere alla gentile offerta e, a concessione scaduta, il titolare lasciò la struttura in perfette condizioni.

Lo scorso anno, finalmente la nuova assegnazione che, a sorpresa, è andata ad una società che non si occupa di tennis, ma di ginnastica. Nonostante l’assegnazione, tuttavia, nessuno è mai entrato in possesso del circolo che, al momento, versa in una situazione di totale abbandono: erba incolta, cambia abbandonati, erbacce ovunque. Una situazione di degrado già denunciata lo scorso anno, con il sindaco e l’amministrazione nel pieno delle loro funzioni, ma le cose non sembrano essere migliorate. Resta da capire se l’assegnazione dell’impianto vincoli il concessionario alla manutenzione e alla cura a prescindere dall’effettivo utilizzo. Resta l’amarezza per una struttura, fino a due anni fa ben tenuta, come lo stesso ex sindaco Casto può testimoniare avendo frequentato il circolo, che ora non è utilizzata né utilizzabile. “Quello che mi piacerebbe – spiega il cittadino  che frequentava il centro – è he il comune affidasse a persone realmente interessate a gestire un circolo di tennis l’impianto, che potrebbe tornare ad essere curato e utilizzabile dagli appassionati, invece offrire oggi il triste spettacolo dell’incuria e dell’inutilizzo”. Resta discutibile la politica del Movimento 5 Stelle sugli impianti sportivi, molti di quali partendo da condizioni pessime sono finiti sono riusciti persino a peggiorare.