Home Cultura e Spettacolo Emozione al Teatro Spazio Vitale con il concerto dei musicisti di Ardea...

Emozione al Teatro Spazio Vitale con il concerto dei musicisti di Ardea e Nettuno

E' stata una vera emozione assistere al concerto dei 50 orchestrali e 25 coristi di Nettuno IV insieme ai 70 coristi di Ardea I. L'appuntamento oggi alle 17,30 nel bellissimo teatro all'aperto allestito presso la scuola Sacchi in via Canducci.

296

E’ stata una vera emozione assistere al concerto dei 50 orchestrali e 25 coristi di Nettuno IV insieme ai 70 coristi di Ardea I. L’appuntamento oggi alle 17,30 nel bellissimo teatro all’aperto allestito presso la scuola Sacchi in via Canducci. Il Teatro Spazio Vitale è stato la perfetta cornice per l’evento musicale che ha visto protagonisti gli Istituti gemellati di Nettuno e Ardea.

“Watu ‘O”, brillante ninna nanna senegalese ha aperto il concerto con energia e brio da parte di tutti i coristi e dall’orchestra. Da un autore importante del repertorio di Voci Bianche, Mario Lanaro, un’esecuzione delicata di “Blu”. Un bel ritmo incessante e coinvolgente poi esibito dall’orchestra nell’esecuzione di “Palladio”, brano dell’autore gallese Karl Jenkins.

Non poteva mancare un brano di stampo classico… e chi meglio di Mozart? da “Il Flauto Magico”: “La danza di monostatos”!  Di un altro importante autore di musica per voci bianche, il cremonese Tullio Visioli, viene eseguito dal Coro di Nettuno IV “Filastocca dell’altro ieri” applauditissima in sala, un nonsense simpatico e dal ritmo accattivante realizzato con precisione e molta cura da parte del coro.

Le formazioni corali alternano nell’esecuzione e cantano insieme, dirette alternativamente dai direttori, con attenzione e grande entusiasmo.

Si cambia poi completamente genere con il “sound” dell’orchestra che si tinge di Jazz: con la direzione di Giuseppe Molino è il momento di “In a gershwin mood”, su arrangiamento di Manara, un medley di brani del famoso compositore statunitense, da “Summertime” ad “Un americano a Parigi”. Prima di concludere il ricco concerto, su arrangiamento di Gentile, un brano tratto dalla colonna sonora de “I Pirati dei Caraibi” e poi il famoso capolavoro di Migliacci/Modugno: “Nel blu dipinto di blu” con la partecipazione allegra del pubblico, che cantava e batteva le mani (nel video su Fb).

Hanno preso la parola alla fine il Dirigente Scolastico dell’IC Areda I, Carlo Eufemi, entusiasta e fiero del risultato ottenuto: un’idea vincente che insieme alla Dirigente Scolastica di Nettuno IV, Daniela Pittiglio, continuerà a sostenere ogni anno per la sua valenza culturale, educativa ed emozionale.

Un ringraziamento particolare alla signora Giovanna Gagliardi, mamma di Ludovica e Leonardo Tulli, a cui l’orchestra e il coro sono dedicati, sempre presente e amatissima dai ragazzi.

Infine, un sentito ringraziamento a tutti coloro che con il loro impegno e la loro passione hanno reso possibile questa bellissima esperienza musicale: ai Direttori di Coro  Antonella Cerino  e Fabio De Angelis, ai docenti di Strumento IC Nettuno IV: Giuseppe Molino (chitarra), Lorella Palombo (flauto), Sofia Marocco (Pianoforte), Francesco Deantoni (Violino), ai docenti di supporto: Cinzia Leggi e Giampiero Caponi per l’IC Ardea I e Chiarina Corso e Laura Cugola per IC Nettuno IV.