Home Politica Bernardone e Lo Fazio del Pd saluto il consiglio di Anzio: “Per...

Bernardone e Lo Fazio del Pd saluto il consiglio di Anzio: “Per noi altri percorsi”

Diversi gli addii oggi in consiglio comunale ad Anzio. Tra gli altri quello di Ivano Bernardone, che la volta scorsa era candidato a Sindaco per il Pd, e Maria Teresa Lo Fazio, anche lei tra i banchi dei democratici, che non si sono voluti candidare alla prossima tornata elettorale. "Ringrazio il Sindaco

255
Maria Teresa Lo Fazio

Diversi gli addii oggi in consiglio comunale ad Anzio. Tra gli altri quello di Ivano Bernardone, che la volta scorsa era candidato a Sindaco per il Pd, e Maria Teresa Lo Fazio, anche lei tra i banchi dei democratici, che non si sono voluti candidare alla prossima tornata elettorale. “Ringrazio il Sindaco – ha detto Bernardone – per il rapporto corretto e leale. Non mi ricandido ma vorrei salutare, per ora il mio percorso politico si ferma qui. Ho sentito l’intervento di Cristoforo Tontini e ho capito che la politica c’è chi la guarda dalla luna. Fino ad un mese fa era 5 stelle e pensava di fare il Sindaco, oggi è con la Lega. Ormai si cambia pelle come si cambia profilo Fb. E’ una cosa che è accaduta anche tra noi nel nostro gruppo. Io e la Lo Fazio siamo seri, altri meno, ci è sembrato giusto e coerente anche per questo scegliere altre strade. Faccio a tutti i migliori auguri e spero ci sia qualcuno che degnamente ci rappresenti nel prossimo consiglio. Ti ringrazio personalmente – ha concluso rivolto al Sindaco Luciano Bruschini – per la correttezza sempre dimostrata”. Commosso anche l’addio di Teresa Lo Fazio, sempre presente in aula anche in momenti umanamente molto difficili a livello familiare. Proprio al Lo Fazio è stata citata anche dall’assessore Laura Nolfi che ha salutato il Sindaco a nome degli assessori, come esempio di dedizione al ruolo. “Grazie a tutti per la stima – ha detto Teresa Lo Fazio – i primi tre anni mi tremava la voce anche quando prendevo la parola, mi sono creata da sola una competenza e la capacità di difendere i valori dei cittadini che rappresento. Esperienza che non dimenticherò, ringrazio chi l’ha condivisa con me. Grazie Sindaco”.