Home Politica Campagna elettorale sui social, i video di Candido De Angelis diventano virali

Campagna elettorale sui social, i video di Candido De Angelis diventano virali

Sono numeri da record quelli registrati dai video diffusi in rete da Candido De Angelis. Candidato a Sindaco del centrodestra unito De Angelis punta su un sistema di comunicazione nuovissimo e, con dei video fai da te

586

Sono numeri da record quelli registrati dai video diffusi in rete da Candido De Angelis. Candidato a Sindaco del centrodestra unito De Angelis punta su un sistema di comunicazione nuovissimo e, con dei video fai da te, spiega il suo programma elettorale sui social, illustra i suoi appuntamenti ed entra in contatto ‘virtuale’ con i cittadini ed elettori.

Il primo video riguarda i dati dell’Arpa che classificano le acque di Anzio come ‘eccellenti’. De Angelis non le manda a dire e spiega che “in barba ai disfattisti dell’ultim’ora catastrofisti de noantri e ai Nostradamus delle cose perdute” il mare di Anzio è perfetto. “Siamo circondati da città che nel corso degli anni non sono riuscite a risolvere i loro problemi – spiega De Angelis – da Pomezia ad Ardea a Nettuno, ma la nostra città è l’unica che mantiene le caratteristiche di eccellenza. Sono dati visibili a tutti, oggettivi non contestabili da nessuno. Non abbiamo preso la Bandiera Blu per motivi burocratici, abbiamo tutte le carte in regola per averla e la vogliamo perché è un valore aggiunto anche per gli operatori, chi gioisce del fatto che non l’abbiamo presa non vuole bene ad Anzio”. “Forza andiamo avanti” conclude De Angelis. Il video pubblicato sulle pagine Fb è stato visto da 8300 persone.

Il secondo video riguarda la visita di De Angelis al Centro anziani Renato Salvini. “Mi hanno invitato – spiega – e ci vado con particolare gioia. Con loro ricorderemo di quanto ero Sindaco, della prima sede che gli ho dato, parleremo della sede bellissima che hanno oggi e che gli abbiamo concesso dopo averla ristrutturata, gli chiederò di iniziare di nuovo con il progetto giovani, ma anche una mano per sfruttare il nostro patrimonio culturale. Parleremo di progetti e dell’impegno che anche loro devono metterci per dare una mano a questa città. Parleremo anche del centro anziani di Lavinio – aggiunge – che sempre io gli ho dato e che ha avuto dei problemi. Lunedì inizieranno i lavori per sistemare i locali dopo l’incendio” “Gli anziani – ha concluso De Angelis – sono il patrimonio morale e spirituale della nostra città! Sono la nostra memoria storica e possono aiutarci per costruire insieme il futuro”.