Home Cronaca Appalto per il Cimitero, l’ex Vicesindaco Mancini ascoltato in Commissariato

Appalto per il Cimitero, l’ex Vicesindaco Mancini ascoltato in Commissariato

"Oggi per Nettuno è una giornata particolare, il giorno della riflessione, della preghiera, della Madonna della Grazie che accoglie tutta la comunità Nettunese oltre quella religiosa. Un giorno in cui la città si stringe oltre tutto e tutti intorno alla spiritualità

754
Il vicesindaco Daniele Mancini in consiglio comunale

“Oggi per Nettuno è una giornata particolare, il giorno della riflessione, della preghiera, della Madonna della Grazie che accoglie tutta la comunità Nettunese oltre quella religiosa. Un giorno in cui la città si stringe oltre tutto e tutti intorno alla spiritualità e alla comunione nel ‘viaggio’ di stasera della Nostra Signora delle Grazie. Un giorno di rispetto e silenzio. Ma a qualcuno manca la Pace e continua a gettare subdolamente l’alea del sospetto su Mancini e sulla verità”. Lo scrive sulla sua pagina Facebook l’ex Vicesindaco di Nettuno Daniele Mancini. 
“Occorre continuare delegittimare e ribaltare la realtà con interpretazioni fantasiose poiché non supportate da fatti e atti. Occorre nascondere le mancanze e gli errori di chi aveva responsabilità precise creando confusione e ‘truffe semantiche’ che lasciano intendere tutto ma non dicono nulla. Oggi si poteva evitare. Ieri sono stato sentito come persona informata sui fatti in Commissariato sulla ormai famosa situazione del Cimitero Civile di Nettuno. Per null’altro
. Ho scelto il silenzio, anche con la mia famiglia, perché persona seria e consapevole oltre che uomo di legge. 

I messaggi pubblicati sulla sua pagina Fb dall’ex Vicesindaco Mancini

Ma c’è chi non ha la stessa serenità d’animo. Ovviamente potrei procedere a difesa della mia integrità morale e della mia onorabilità, d’altronde solo io avevo il diritto di diffondere questa notizia ma non l’ho fatto per opportunità e rispetto del lavoro degli inquirenti.
Altri invece, non so come e quando, hanno ottenuto notizie e ritenuto di strumentalizzarle in modo improprio. Cimitero Civile, uno degli scandali nettunesi che denunciai mesi fa, ritengo uno dei veri motivi per cui Mancini doveva andare via ed è andato via.  Il tempo sarà galantuomo. Ha già iniziato ad esserlo, per Nettuno”.

Daniele Mancini aveva trattato la questione cimitero a Nettuno con molta durezza. “Il nuovo cimitero civile andrà fatto, parliamo di un’ opera da 30 milioni di euro e con quello che sta accadendo al Cimitero attuale e il TAR che sentenzia, si complica la questione. Tutto viene segnalato in ogni sede e alle autorità competenti”. Poi il Vicesindaco ha chiesto un confronto con tutta la giunta proprio sul tema Cimitero tramite messaggi che ha pubblicati on line, sempre sulla sua pagina pubblica. Quella convocazione è stata bloccata dal Sindaco Casto che ha invitato gli assessori a non presentarsi e non si è mai tenuta. Meno di 24 ore dopo la giunta è stata ‘dimissionata’. Qualche giorno fa, dopo la sospensiva dei lavori in corso al Cimitero, c’è stata la surroga del Dirigente di settore per un giorno e la sospensiva dei lavori è stata sospesa. Una modalità particolare di intervento, che oggi sembra sia all’attenzione della Procura e del Commissariato. Che della crisi politica e della caduta del Sindaco 5 stelle sfiduciato dai suoi consiglieri – come spiega Mancini – pare invece non interessarsi affatto.