Home Politica Con la gente per Nettuno: “Tonfo a 5 stelle, siamo pronti per...

Con la gente per Nettuno: “Tonfo a 5 stelle, siamo pronti per governare”

"Tonfo a #CinqueStelle a Nettuno, l’autoeliminazione del #Sindaco Casto dopo scelte dannose e zero trasparenza". Lo scrivono in una nota stampa i delegati di Con la gente per Nettuno, lista a sostegno di Carlo Eufemi e Maria Antonietta Caponi.

684
Il Comune di Nettuno

“Tonfo a #CinqueStelle a Nettuno, l’autoeliminazione del #Sindaco Casto dopo scelte dannose e zero trasparenza”. Lo scrivono in una nota stampa i delegati di Con la gente per Nettuno, lista a sostegno di Carlo Eufemi e Maria Antonietta Caponi.
“Il 3 maggio, tra un 25 aprile di Liberazione e un 5 maggio di manzoniana memoria – aggiungono – si è compiuta l’esperienza della giunta grillina guidata da Angelo Casto. Gravi le motivazioni addotte dai quattro consiglieri comunali di maggioranza dimissionari che, con il loro gesto, rendono più evidente agli abitanti di #Nettuno quanto ancora una volta – dietro una facciata fatta di parole e slogan – si annidino vizi e vizietti di quella brutta politica che ha allontanato tanti cittadini dalla partecipazione civica e dalle urne. E’ auspicabile che il clamoroso (non per noi) tonfo a Cinque Stelle alzi l’attenzione dell’opinione pubblica verso quanto fin qui accaduto; il #MovimentoConlaGenteperNettuno, attraverso i rappresentanti in Consiglio Comunale e l’impegno dei propri attivisti, fin dalla sua fondazione, sul finire del 2012, ha denunciato (non solo a parole) ogni scelta amministrativa oggettivamente opaca, clientelare o dannosa per la città. Tanti, per ottusità, tifo o perché “tengono famiglia” ci hanno accusato di “sfascismo”, di non collaborazione, di contrarietà all’azione del Sindaco per partito preso… Ci venivano rivolte le stesse accuse dai pasdaran del sindaco precedente (anche perché in buona parte le stesse persone) ma allora come ora avevamo ragione noi. Dalle battaglie contro la “Buca”, le mattonelle e tutto il rosario delle incompiute di Chiavetta alle casette, all’affaire Poseidon, alle 50 sfumature di grigio della vicenda Ipi, alle concessioni pubblicitarie (solo un piccolo esempio) di Casto, il Movimento #ConlaGenteperNettuno è sempre stato dalla parte giusta, dalla parte della correttezza amministrativa, della trasparenza. Non solo chiacchiere… non solo slogan alla Di Maio… le nostre proposte, la fattibilità di esse, stanno nel programma che abbiamo sottoposto alla città due anni fa. Il commissariamento è una sconfitta per Nettuno che però non ha perso oggi, con le dimissioni dei 4 coraggiosi consiglieri grillini aggiunte a quelle fiere dell’opposizione unita. Ha perso 2 anni fa. Risollevarsi, tra un anno, sarà dura ma il Movimento ConlaGenteperNettuno ha dimostrato di essere composto da donne e uomini ancora più coriacei perché animati dall’amore per questa città e decisi a non dare tregua a chi non la ami, la rispetti e la conosca come noi. Soprattutto, non permetteremo ai “Fregoli” della politica locale la terza replica della medesima, brutta, commedia”.