Home Politica Turano al Sindaco Casto: “Doveva difendere la giunta dai consiglieri”

Turano al Sindaco Casto: “Doveva difendere la giunta dai consiglieri”

E' il consigliere di opposizione Rodolfo Turano l'ultimo a prendere la parola in consiglio comunale prima della pausa per discutere la Mozione del consigliere comunale Claudio Dell'Uomo

270
Rodolfo Turano

E’ il consigliere di opposizione Rodolfo Turano l’ultimo a prendere la parola in consiglio comunale prima della pausa per discutere la Mozione del consigliere comunale Claudio Dell’Uomo per verificare la compatibilità e l’opportunità della nomina di Cataldo. “E’ chiaro – ha detto Turano – che c’è un rapporto umano venuto meno con la sua giunta dimissionaria, persone di alto spessore e nominate con un rapporto fiduciario. Fossi stato in lei – ha detto Turano rivolto al Sindaco Casto – mi sarei inimicato i miei 15 consiglieri comunali e mi sarei tenuto la giunta. La politica deve capire le contingenze e le necessità dell’Amministrazione i consiglieri devono essere motore immobile. Lei Sindaco ha peccato di una leggera difficoltà a trovare questa forza. I 5 assessori che si sono dimessi sono quelli che hanno lavorato e le hanno dato un governo lineare e i mal di pancia dei consiglieri a cui ha chiesto la fiducia oggi (bene ha fatto a farlo), sono un indice di estrema debolezza nei confronti di un consesso politico che la vede in una dorata gabbia, ci saranno richieste di essere draconiani e attivi come diceva Lucci prima, ci sarà un lacciuolo messo all’attività amministrativa che deve essere finalizzata al bene dei cittadini e non fermarsi nelle pastoie del pensiero politico. Il pragmatismo va contro gli ideali politici. Una situazione – ha concluso – che a mio avviso porterà ad insanabili diatribe e alle vostre dimissioni”.