Home Politica Il consigliere Dell’Uomo al Sindaco di Nettuno: “Triste crisi di condominio”

Il consigliere Dell’Uomo al Sindaco di Nettuno: “Triste crisi di condominio”

Durissimo l'intervento del consigliere comunale Claudio Dell'Uomo in consiglio comunale, sulla crisi dei 5 stelle. "Sono io che vi ho retto la maggioranza quando non ce l'avevate

263
L'ex Sindaco Casto in consiglio con il Stefano Cataldo

Durissimo l’intervento del consigliere comunale Claudio Dell’Uomo in consiglio comunale, sulla crisi dei 5 stelle. “Sono io che vi ho retto la maggioranza quando non ce l’avevate – ha detto – ho fatto dei ragionamenti il che vuol dire che avevate una forte crisi politica. Dopo due giorni si sono dimessi 5 assessori ed è diventata una crisi politica. Sono due anni che voglio far dimettere la vostra giunta, che era comunque di livello, li avete fatti fuori tutti insieme, bravissimi. Oggi ci sono queste nomine nuove, di solito nessuno commenta le nomine, ma questa volta dobbiamo fare un’eccezione. C’è un assessore alla Polizia locale, gli pagate uno stipendio per una delega che dovrebbe gestire lei. E’ ancora più anomalo che voglia un ufficio nella sede dei vigili. Attenti a fare una foto al nuovo assessore, a me mi ha denunciato perché pensava che gli avessi fatto una foto. Ricordategli che gli assessori danno gli indirizzi politici e non gli ordini agli agenti, che non si può fare, se lo ricordi. Lei Sindaco ha messo un uomo che ha fatto le indagini sul personale e sui dipendenti del comune, ha messo gli indagati in condizione di sudditanza con chi li ha accusati. Manca di rispetto al personale che deve poter lavorare tranquillamente e non in un clima di terrore e paura”. Infine Dell’Uomo, strappando un applauso al pubblico ha chiesto al Sindaco se vuole bene alla città di Nettuno “perché non si spiega – ha detto – perché prende solo assessori di Anzio, a Nettuno nessuno è capace”. Quindi il consigliere Dell’Uomo ha presentato una mozione per verificare se l’assessore Stefano Cataldo sia compatibile con il ruolo una mozione che verrà inviata in Procura, per verificare se ci siano estremi per la remissione dell’incarico. Quindi Dell’Uomo ha chiesto direttamente a Cataldo di rimettere la delega. Il Sindaco Casto difende la sua scelta prima ancora di ascoltare i suoi consiglieri. “Cataldo ha la mia piena fiducia – ha detto – resterà fino a che sono io Sindaco”.