Home Attualità Il Comandante Ierace replica a Striscia: “L’area è sequestrata, noi sempre vigili”

Il Comandante Ierace replica a Striscia: “L’area è sequestrata, noi sempre vigili”

"Mi spiace riscontrare il servizio di "Striscia la notizia" andato in onda ieri sera (ndr 6.4.18) su canale 5 dove il "Trombetta" esordisce con una sua passeggiata su una spiaggia pulita di Anzio, per passare poi al sito di via Col Vento

472
Il Comandante della Polizia locale di Anzio Sergio Ierace
Sullo sfondo dell’inviato il nastro dei sigilli della Polizia locale di Anzio

“Mi spiace riscontrare il servizio di “Striscia la notizia” andato in onda ieri sera (ndr 6.4.18) su canale 5 dove il “Trombetta” esordisce con una sua passeggiata su una spiaggia pulita di Anzio, per passare poi al sito di via Col Vento, raccontando lo scempio presente e narrando che il gettito di rifiuti sia avvenuto “sotto gli occhi poco vigili della Polizia Locale” da me diretta”. Lo scrive in una nota stampa il Comandante di Polizia locale Sergio Ierace. “Ciò non corrisponde al vero – spiega Ierace – poiché quel sito è stato sottoposto a sequestro nel novembre del 2017 ed è tuttora sequestrato. Peraltro questo è chiaramente percettibile dalle immagini andate in onda, ma non lo è stato all’occhio “poco attento” dello stesso Trombetta che si fa riprendere avendo sullo sfondo proprio i segni ancora evidenti del sequestro operato, così come evincibile da questo fermo immagine che allego (la foto in apertura) alla presente ove, ad occhi vigili, appare evidente il nastro bianco rosso -ovviamente sottoposto ad intemperie- posizionato nel novembre del 2017 dalla Polizia Locale che ha comunicato il tutto alla locale Procura della Repubblica dalla quale si attendono disposizioni. Per fortuna la immagini registrate dalle telecamere di Strisca raccontano da sole la verità, ma dovrebbero narrare anche le difficoltà di un Corpo di soli 38 uomini, a fronte di oltre 54.000 residenti ed un territorio di oltre 43 kmq, che lavora alacremente pur avendo un rapporto evidentemente sfavorevole di un solo operatore ogni 1400 abitanti, cercando di rispondere a tutte le richieste di quest’ultimi, che giungono innumerevoli al Comando, toccando diversi temi anche più importanti e delicati di quelli oggetto del servizio in argomento”.