Home Cultura e Spettacolo Poeti per un giorno, emozioni e cultura alla Villa Imperiale di Anzio

Poeti per un giorno, emozioni e cultura alla Villa Imperiale di Anzio

Poeti per un giorno. Cosa dire di un museo che abbia al suo centro, oltre che il reperto storico, anche, e soprattutto, l’elemento umano del territorio? Non siamo nuovi a stupirci delle iniziative di Giusi Canzoneri

34

Riceviamo e pubblichiamo

Poeti per un giorno. Cosa dire di un museo che abbia al suo centro, oltre che il reperto storico, anche, e soprattutto, l’elemento umano del territorio? Non siamo nuovi a stupirci delle iniziative di Giusi Canzoneri (direttrice del museo civico archeologico di Anzio), troppe sono state le volte che siamo stati coinvolti nelle attività che la sua fervida immaginazione ha creato nel promulgare il concetto di un Museo centro di studi e di interesse collettivo. Una giornata dedicata alla
Poteva essere una iniziativa ipotizzabile in un contesto museale?
Ebbene sì! “Poeti per un giorno” (questo il titolo dell’evento) ha raggiunto lo scopo!
Nella cornice della Villa Imperiale, il 14 c.m. si è svolta una manifestazione, aperta al pubblico, che ha avuto come scopo quello di offrire ai partecipanti un momento di riflessione personale in un contesto che lascia senza parole.

Proibito parlare, occorreva pensare, riflettere, immergersi in sensazioni che il paesaggio trasmetteva e trascrivere su carta questi momenti di introspezione personale. Una cornice, quella della Villa, che certamente ha influito sul pensare dei presenti. Troppi i richiami alle glorie pasate, troppa la storia che, su quelle rovine, è trascorsa!. Ma non solo, perché infatti, trascurare il paesaggio, il mare, l’orizzonte, il Sole alto che trasmetteva un piacevole tepore, e le piante, ed il vento che frusciava tra i rami dei cespugli. Sensazioni, si, sensazioni che i partecipanti hanno voluto immortalare sui notes, forniti dal Museo e che, restituiti, formeranno un libricino a ricordo di questa splendida giornata. Una iniziativa quella di “Poeti per un giorno” che si unisce alle molteplici altre iniziative passate e future. Attendendo fiduciosi di essere sorpresi ancora nell’avvenire, un grazie all’amministrazione di Anzio ed in special modo a Giusi ed al suo staff che hanno saputo ancora una volta stupirci, offrendoci la possibilità di momenti introspettivi irripetibili.

Maurizio Stasi