Home Politica Contrasto alla violenza su donne e minori, il Comune di Nettuno firma...

Contrasto alla violenza su donne e minori, il Comune di Nettuno firma il protocollo

Presentato ieri ad Ariccia il Protocollo fra enti e istituzioni per il contrasto del fenomeno della violenza contro donne e minori: presente anche il Comune di Nettuno che è pronto a fare la sua parte su questo delicato ambito di intervento.

89

Presentato ieri ad Ariccia il Protocollo fra enti e istituzioni per il contrasto del fenomeno della violenza contro donne e minori: presente anche il Comune di Nettuno che è pronto a fare la sua parte su questo delicato ambito di intervento.

Il Protocollo nasce da un progetto ampio e articolato che arriva da un lavoro di preparazione competente e vedrà insieme la Procura della Repubblica di Velletri, il Tribinale di Velletri, l’ASL Roma 6, la Procura della repubblica presso il Tribunale dei Minori di Roma, le Forze dell’Ordine, l’Ufficio Scolastico Territoriale, i Comuni operanti sul territorio ricadente sotto la giurisdizione della Procura della Repubblica di Velletri.
“Crediamo fortemente al progetto – è il commento dell’Assessore ai Servizi Sociali, Simona Sanetti delegata dal Sindaco alla cerimonia – e abbiamo aderito convintamente impegnandoci nell’attuazione: abbiamo potenzialità per portarlo avanti avendo anche la Dirigente dei Servizi Sociali Margherita Camarda, che è stata nel comitato scientifico e che ha lavorato a ‘Protection Network’ per anni”. L’Amministrazione comunale ha dunque la ferma intenzione di procedere su questo importantissimo progetto che il Protocollo oggi presentato rende operativo, in piena sinergia con tutti gli enti coinvolti, partecipando al Tavolo Tecnico Interistituzionale istituito tra i firmatari e alla Cabina Regia che andrà a monitorare, programmare attività di formazione di tutti gli operatori coinvolti, partecipare agli incontri istituzionali per sviluppare e stabilizzare la rete, predisporre documenti e report periodici sui risultati dati dall’attuazione delle linee concrete che verranno attuate con iniziative e azioni concrete sul territorio. Fra le molte direttrici, con il Protocollo i Comuni si impegnano su diverse dimensioni di intervento.
Intanto, la prima casa di accoglienza per donne maltrattate sorgerà ad Ariccia e ogni ambito territoriale si impegnerà a predisporre centri anti violenza. All’interno della sede del Distretto 2 ‘Luigi Spolverini’ di Ariccia è già attivo uno spazio di ascolto e accoglienza delle vittime indicate nel presente protocollo. Tutti i firmatari si impegneranno, quindi, a realizzare tutto quanto possa contrastare la violenza di genere e sui minori.