Home Politica Nuovo Prg a Nettuno, l’assessore Stefano Pompozzi: “Il faro è il turismo”

Nuovo Prg a Nettuno, l’assessore Stefano Pompozzi: “Il faro è il turismo”

Ieri durante il confronto tra la candidata 5 stelle alla Regione Lazio Roberta Lombardi e i balneari a Nettuno, è stato l'assessore all'Urbanistica della giunta Casto, Stefano Pompozzi

614
L'ex assessore all'urbanistica di Nettuno Stefano Pompozzi

Ieri durante il confronto tra la candidata 5 stelle alla Regione Lazio Roberta Lombardi e i balneari a Nettuno, è stato l’assessore all’Urbanistica della giunta Casto, Stefano Pompozzi a dare una notizia di quelle che non ti aspetti. L’Amministrazione grillina, da settembre del 2016, è al lavoro per il nuovo Piano regolatore generale cittadino e a brevissimo, al massimo tra due consigli comunali, le linee guida saranno presentate in assise. I tempi stretti del tour cittadino della Lombardi non hanno permesso di illustrare i dettagli delle Linee guida, ma a fine serata abbiamo approfondito la questione proprio con l’assessore Pompozzi.

“Quello che ora possono dire – spiega – è che porteremo avanti il piano che va dal ’73 e che prevede la riqualificazione dei nuclei abusivi cittadini. Si parte dall’assunto che si deve riqualificare l’esistente e che lo sviluppo, deve avere uno spiccato indirizzo turistico. presenteremo le nostro idee in Commissione e a breve al consiglio comunale, quindi verrà fatto un bando per l’incarico professionale. Nettuno – spiega – è una città particolarissima, di mare ma con una costa brevissima e con le spiagge tutte coperte alla vista. Dobbiamo valorizzare quello che abbiamo e puntare su un’economia di settore”. E a testimonianza dell’impegno per il turismo e la qualità ambientale, di pari passo l’assessore Pompozzi sta lavorando anche al Piano degli arenili. “Nettuno ha un problema importante con la costa – spiega – tra porto, canale lericina, Poligono militare, gran parte della costa è gravata da interdizioni, al punto che nonostante l’estensione reale risulta costa libera una fascia di meno di 4 km. Quello che stiamo cercando di fare – ha spiegato l’assessore – è far inserire la spiaggia libera del poligono nel computo complessivo del litorale a disposizione, per poter offrire maggiori servizi turistici sul restante tratto di costa, in modo da creare sviluppo e opportunità. Abbiamo avviato un confronto con la Regione e i tecnici e speriamo di poter a breve avviare un ragionamento complessivo che porti Nettuno ad avere vantaggi concreti dai nuovi strumenti urbanistici di salvaguardia e tutela”.