Home Politica Fiorillo e Pompozzi: “Nessuna invasione su Anzio, lavoriamo per le regionali”

Fiorillo e Pompozzi: “Nessuna invasione su Anzio, lavoriamo per le regionali”

"È la terza volta che veniamo tirati per la giacca per dover dire la nostra su movimentazioni e chiacchiere riguardo alle  elezioni

459
L'assessore Guido Fiorillo
Stefano Pompozzi

“È la terza volta che veniamo tirati per la giacca per dover dire la nostra su movimentazioni e chiacchiere riguardo alle  elezioni amministrative che si svolgeranno nella nostra Città di Anzio“. Lo scrivono in un comunicato stampa congiunto gli assessori della giunta Casto Guido Fiorillo e Stefano Pompozzi, in realtà mai citati in alcun articolo relativo al terzo Meetup di Anzio.

“Il nostro impegno – spiegano – è a Nettuno quali assessori della Amministrazione a 5 stelle del Sindaco Casto con il quale stiamo lavorando per ricostruire una città devastata dalla vecchia politica ottenendo, con la squadra, un risultato che tutti possono vedere ed apprezzare. Si sono montate ad arte polemiche anche giornalistiche su una sorta di invasione di alcune persone (le allusioni sono a noi) dell’amministrazione nettunese nel territorio di Anzio: non è vero”. Una presa di distanza, quindi, dal famoso terzo Meetup, ma solo fino ad un certo punto.

“Noi, quali residenti e cittadini di Anzio,  assessori tecnici ed al tempo esperti e conoscitori del territorio abbiamo deciso di impegnarci nell’essere uno dei presidi locali propositivi della candidata alle elezioni regionali Roberta Lombardi: questo è ad oggi l’unico impegno assunto che vogliamo portare avanti; l’associazionismo è libero ed è coerente ai principi del movimento 5 stelle”.  Nessuna invasione su Anzio quindi, ma l’associazionismo è (certamente) libero e – aggiungiamo noi – raramente anonimo.

“Il nostro silenzio su commenti offensivi, ilarità e quanto altro ha fondamento nella nostra volontà di agire senza perderci in polemiche o discussioni sterili, che hanno fini per noi non accettabili ma che, sia chiaro non ci distolgono dalla nostra azione. In questa logica stiamo raccogliendo ed analizzando le esigenze che ci vengono dal territorio da proporre, quindi, in modo organico alla Candidata ed al Suo staff perché siano una  presenza nella Regione. Delle volte elezioni nella nostra Città non ne parliamo perché non è il tema di oggi; nello spirito di cui sopra siamo convinti che proprio il nostro attivismo nella Giunta Casto di Nettuno ci dia una ampia visione propositiva sovracomunale per temi regionali; questa per noi è la giusta strada. Entrambe le città hanno esigenze e problemi che non sono risolvibili all’interno dei confini comunali; l’area urbana con i propri residenti ha comunanza di interessi da dedurre e per i quali chiede ascolto. Scriviamo ciò non per distinguerci da altre apprezzabili realtà locali ma solo ed esclusivamente per chiarire ciò che è nel nostro attuale programma. Perché sia chiaro non tollereremo apprezzamenti, fantasie, e commenti di basso profilo perché a nessuno consentiamo di mettere in discussione l’impegno che abbiamo deciso di profondere sul territorio; attacchi di un bieco personalismo fanno male alle persone e creano problemi seri alla immagine del Movimento nel quale siamo impegnati e cui abbiamo manifestato la nostra disponibilità più ampia. Non faremo polemiche né replicheremo sul nostro agire politico improntato al rigore, alla onesta e competenza che ci è riconosciuta dai più. Buon lavoro sui territori” hanno quindi concluso Fiorillo e Pompozzi. I due assessori tecnici, quindi, con un linguaggio estremamente politico, hanno voluto chiarire che non hanno mire su Anzio, ma sono attivi politicamente anche su Anzio, questo in vista delle prossime elezioni Regionali, ma non comunali.