Home Politica Borgo Marinaro ad Anzio, a rischio la riqualificazione in via Porto Neroniano

Borgo Marinaro ad Anzio, a rischio la riqualificazione in via Porto Neroniano

E’ a rischio parte dell’intervento del Borgo Marinaro di Anzio, finanziato con 50mila euro dalla Regione Lazio (il progetto del Comune di Anzio è arrivato 7° ed stato tra i migliori in assoluto della Regione)

625
Via Porto Neroniano ad Anzio

E’ a rischio parte dell’intervento del Borgo Marinaro di Anzio, finanziato con 50mila euro dalla Regione Lazio (il progetto del Comune di Anzio è arrivato 7° ed stato tra i migliori in assoluto della Regione). L’intervento, infatti, prevedeva tre step, uno alla banchina della piccola pesca sul lato destro, uno sempre sulla banchina, ma dietro al Monumento ai caduti e il terzo e più imponente intervento riguardava la riqualificazione in chiave marinara di una delle vie più antiche e belle di Anzio:  via Porto Neroniano. Si tratta della parallela del Molo Innocenziano, la vecchia strada dei pescatori di Anzio che adesso ospita diverse attività commerciali di ristorazione e che dal Molo sbuca direttamente in piazza Pia. Qui era previsto il posizionamento di panchine, fioriere, nuove luci a Led e anche dei pannelli con immagini della pesca, da posizionare in posti sicuri per rimarcare l’atmosfera del molo che in effetti già la caratterizza, grazie anche alla vicinanza con il Porto che si trova davvero a pochi metri. A creare un problema di non poco conto alla messa in atto del progetto, che per la somma di 10mila euro sarà finanziato anche dal Comune, la situazione infrastrutturale di pericolo di un palazzo della zona che nei giorni scorsi è stato transennato quasi integralmente dai Vigili del fuoco. Un cornicione a rischio ha fatto si che il perimetro del palazzo venisse delimitato e questa recinzione, piuttosto invasiva, ha di fatto dimezzato la percorribillità interna della strada (su cui per buona parte il traffico veicolare è interdetto) in cui, tra l’altro, il fine settimana di solito si teneva il mercatino di oggettistica.

“Questa situazione crea un problema alla realizzazione del progetto – spiega l’assessore Patrizio Placidi – ora dobbiamo verificare con i Vigili del fuoco se, con un’impalcatura al palazzo in vista dei lavori, possiamo comunque agire per l’abbellimento della strada, oppure se dobbiamo spostare l’intervento in programma su un’altra delle vie marinare di Anzio”. Restano invece confermati gli interventi sul Molo della Piccola pesca. A destra si procederà con un’imbiancata delle mura, il posizionamento di panchine, fioriere e ombrelloni per rendere la zona più illuminata e frequentata non solo dai pescatori. Simile l’intervento anche subito dopo le scalette, nell’area con cui si accede al Molo. Anche qui verrà tutto dipinto di bianco, verranno posizionati punti luce e verrà sistemata un’area per la sosta che sia piacevole per i cittadini e che abbia un chiaro carattere marinaro. A sciogliere le riserve su via Porto Neroniano nei prossimi giorni saranno proprio i Vigili del fuoco, il cui parere legato alla sicurezza dei luoghi, è vincolante per l’amministrazione di Anzio ma sarebbe davvero un peccato dover rivedere il progetto originario premiato dalla Pisana.