Home Politica Inquinamento della costa da Torvajanica ad Anzio, interrogazione in Regione

Inquinamento della costa da Torvajanica ad Anzio, interrogazione in Regione

Venti km di costa a rischio inquinamento. Un allarme portato in regione dal consigliere della Lista Zingaretti Michele Baldi con una interrogazione

2909
Il mare di Anzio

L’allarme inquinamento sulla costa del litorale sud della Provincia di Roma arriva fino in Regione Lazio. Il consigliere della Lista Zingaretti, Michele Baldi, ha presentato una interrogazione all’assessore regionale delle infrastrutture Fabio Refrigeri proprio a riguardo della situazione dei 20 km di costa compresi tra Torvajanica (comune di Pomezia), Tor San Lorenzo (Comune di Ardea), Lido dei Pini e Lavinio (comune di Anzio) in cui è presente un “problema di grave inquinamento – si legge nell’interrogazione – causato dalla presenza di fiumi e grandi torrenti che insistono sulla zona e che inquinano ad oltranza, specialmente d’estate, grazie all’affluenza di oltre 400mila persone che si riversano sul litorale romano”.
In questo senso Baldi porta in evidenza una proposta elaborata dai comitati locali, nel tentativo di coinvolgerli il più possibile in un dibattito che porti una soluzione, ossia quella di un progetto di costruzione degli argini dei corsi d’acqua o dei piccoli fiumi, che potrebbero ridurre l’inquinamento, anche attraverso l’inserimento in mare di frangiflutti, coadiuvati da importanti impianti di depurazione.
In conclusione il consigliere regionale interroga: “Sulle misure che la Regione Lazio intende adottare a tutela dei venti chilometri di costa compresi tra Torvaianica e Lavinio”.
La speranza è che si riesca a trovare una soluzione definitiva per far sì che il valore storico e turistico del litorale sud di Roma possa esprimere al meglio le sue potenzialità e diventare un traino turistico per tutta la Regione Lazio. Da ricordare, inoltre, che nella vicina Nettuno nella settimana scorsa sono state emesse due ordinanze di divieto di balneazione per quanto riguarda il tratto di spiaggia di Cretarossa, sotto il Grattacielo di Scacciapensieri, e per la spiaggia “Il Gabbiano”, in questo caso per un problema legato al dragaggio del Porto Turistico, posta sotto il Santuario di Nostra Signora delle Grazie.