Home Attualità Compostaggio domestico ad Anzio, incontro con i cittadini a Lido dei Pini

Compostaggio domestico ad Anzio, incontro con i cittadini a Lido dei Pini

113

Giovedi 24 novembre si è svolto presso la sede del Consorzio Lido dei Pini in Anzio (Roma) il secondo incontro sul compostaggio domestico. L’incontro è stato realizzato dal coordinamento Uniti per l’ambiente, di cui fanno parte sia il Comitato per la difesa del territorio che il Consorzio Lido dei Pini.
La partecipazione è stata vivace ed attiva. Abbiamo scambiato informazioni e buone pratiche sul compostaggio domestico. Sono state distribuite alcune delle ultime compostiere rimaste, fornite dal comune di Anzio nel 2018 a seguito di un progetto pilota, che purtroppo non ha avuto un seguito.
Dal giugno 2018 (insediamento della giunta De Angelis) al 21 novembre 2022 (scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, insieme a quello di Nettuno), si sono avvicendati tre assessori all’ambiente (Danilo Fontana, Giuseppe Ranucci e Gualtiero di Carlo), che purtroppo (salvo un timido approccio di Fontana) non hanno dato seguito agli impegni pre-elettorali in tema rifiuti urbani.
Uniti per l’ambiente contatterà i commissari prefettizi per esporre criticità e proposte per l’ambiente e la gestione dei rifiuti in Anzio. Nel frattempo i cittadini non stanno con le mani in mano e si attivano.  Si parla tanto di economia circolare e riduzione dei rifiuti : cerchiamo di passare dalle parole ai fatti.
Il compostaggio domestico è una pratica istruttiva, in quanto ci aiuta a comprendere i fenomeni biologici e naturali. Un terzo dei rifiuti urbani prodotti è rifiuto organico. Ed è la parte più difficile da gestire, essendo quella putrescibile (che  poi diventa maleodorante). Praticando il compostaggio domestico (e di comunità) si è stimolati ad applicare le 4R dei rifiuti : riduzione, riuso, riciclaggio, recupero energetico.
Il recupero energetico è all’ultimo gradino. Anzio ospita, in via Spadellata 5, l’impianto Biowaste CH4 Anzio, recentemente acquisito dal gruppo SNAM. Esso raccogli la frazione organica dei  rifiuti (FORSU) di Anzio e di molti comuni del Lzio, compresa Roma. Produce biometano,  digestato e compost industriale. Prima dei grandi impianti dobbiamo favorire la digestione AEROBICA (il compostaggio) piuttosto che quella ANAEROBICA (biogas/biometano).
Si invitano pertanto i cittadini di Anzio ad aderire al programma « CompostiAMO ». Esiste l’omonimo gruppo WhatsApp, al quale si puo aderire inviando il proprio numero di telefono (con Nome e Cognome) all’indirizzo e-mail  comidite@libero.it oppure tramite un SMS  al numero 3882499604.
Nel gruppo WhatsApp ci scambiamo notizie, esperienze ed informazioni sul compostaggio. Per chi non ha scaricato l’app WhatsApp stiamo valutando l’apertura di un gruppo anche su Telegram ; in ogni caso sul quindicinale IL LITORALE si potranno leggere aggiornamenti sul programma.
Se e quando il comune di Anzio deciderà di attivare il compostaggio domestico in modo ufficiale, allora si attiverà l’ALBO COMPOSTATORI comunale, come indicato nel Regolamento albo compostatori approvato dal consiglio comunale nel corso dell’ultima consiliatura. Tale   regolamento prevede uno sconto sulla TARI per i compostatori. Restiamo a disposizione per qualsiasi informazione.
Marco Mandelli, portavoce del Comitato per la difesa del territorio, aderente al coordinamento Uniti per l’ambiente (Anzio, Roma)