Home Attualità Inaugurato lo Stadio del Nuoto ad Anzio, tutti in festa per gli...

Inaugurato lo Stadio del Nuoto ad Anzio, tutti in festa per gli Europei

553

Si è tenuta ieri pomeriggio l’attesa inaugurazione del nuovo Stadio del Nuoto di Anzio, in occasione della Festa per celebrare i grandi risultati ottenuti dagli atleti azzurri nell’ultima edizione dei campionati europei di Roma.
A fare gli onori di casa, Francesco Damiani, presidente dell’Anzio Waterpolis, che con la presenza del sindaco della città Candido De Angelis, del presidente della Fin Paolo Barelli, del presidente del Coni Lazio Riccardo Viola e del presidente del Comitato Regionale della Fin Giampiero Mauretti, hanno sancito l’apertura ufficiale dell’impianto con il simbolico taglio del nastro, rinviato durante il periodo della pandemia.
Insieme ai rappresentanti delle istituzioni locali e non, decine di ragazzi e ragazze che praticano nuoto e pallanuoto, accompagnati dalle proprie famiglie, hanno contribuito a rendere più coinvolgente l’evento. I giovani nuotatori dell’Anzio Waterpolis presenti hanno ricevuto la premiazione per i traguardi raggiunti in ambito nazionale ed è stato possibile assistere all’esibizione di una squadra di nuoto artistico della società Aurelia, accolta dagli applausi del pubblico e premiata al termine della coreografia. Nel corso dei diversi interventi, il presidente Damiani ha tenuto a ricordare il cammino percorso per trasformare una vecchia struttura in un’arena moderna e pienamente funzionante, adatta ad ospitare in futuro manifestazioni nazionali e internazionali, e accessibile a tutti, dai bambini alle persone della terza età. Forte soddisfazione per il rinnovamento dell’impianto sportivo è stata espressa anche dal sindaco Candido De Angelis, che sottolineando l’importanza della pallanuoto nella tradizione di Anzio, ringrazia la Federazione del sostegno rivolto all’amministrazione nel raggiungere uno “straordinario risultato”.
Anzio ha ora a disposizione due nuovissimi impianti sportivi, la piscina risorta dalle ceneri del vecchio e fatiscente impianto e il nuovo palazzetto da poco consegnato alla città.