Home Attualità Spiragli di Luce: nuove opportunità grazie ai fondi della Regione Lazio

Spiragli di Luce: nuove opportunità grazie ai fondi della Regione Lazio

245

Da settembre, l’Associazione Spiragli di Luce, la Onlus di Nettuno diretta da Elisa Tempestini, ha ripreso i suoi progetti, grazie all’importante contributo fornito dai finanziamenti della Regione Lazio messi a disposizione nel bando “Comunità Solidali”.
I fondi erogati dall’aggiudicazione del bando, promosso dall’Assessorato Politiche Sociali, Welfare ed Enti Locali della Regione, hanno consentito ad Elisa di concretizzare iniziative finalizzate al miglioramento delle opportunità di crescita dell’autonomia personale e delle competenze lavorative nei soggetti più deboli; parliamo nello specifico di  un  corso di laboratori per il conseguimento della qualifica professionale di “Operatore del Verde”, tenuto dalla Professoressa Patrizia Mattarelli,  nonché un Laboratorio di Autonomia ed un corso di Informatica di base. Tutti i corsi sono stati seguiti da personale altamente qualificato ed ospitati nel Centro Sociale Franco Romani di Nettuno. Quest’ultimo ha messo a disposizione entrambi le sedi, quella di Via San Giacomo per la parte puramente teorica e quella di Via Nenni per la parte pratica: il giardino di proprietà è stato utilizzato in particolare per le operazioni di semina e manutenzione previste dal programma del “Corso del Verde”.
Elisa è rimasta pienamente soddisfatta di questa accoglienza; quello col Centro Anziani è ormai un sodalizio consolidato da diversi anni e testato con successo nei progetti più disparati: “Ringrazio davvero di cuore il Centro  per la sua disponibilità; con l’occasione non posso fare a meno di rivolgere anche un ringraziamento speciale al Commissario Straordinario Bruno Strati ed alla Dirigente Dott.ssa Margherita Camarda del Comune di Nettuno, che ci permettono di continuare a fare affidamento sui locali del “Franco Romani””.
Parallelamente ai corsi sopra descritti, ci sono altre iniziative che Elisa porta periodicamente avanti per  coinvolgere attivamente i ragazzi diversamente abili di Spiragli di Luce. Tanto per citarne una, visto il periodo di vendemmia, ci piace rammentare la visita di Elisa ed i suoi ragazzi presso i locali  della Cantina Divina Provvidenza, organizzata lo scorso 14 settembre. La Cantina è un vero e proprio vanto  del territorio  e si può giustamente ritenere un pezzo di storia della cittadina nettunese. Parliamo infatti di un’azienda  nata nel 1890, e ceduta dallo Stato del Vaticano alla famiglia Cosmi; quest’ultima ha mantenuto sempre elevati gli standard qualitativi dell’enoteca, per ben tre generazioni, puntando in particolar modo sulla riscoperta dei vitigni autoctoni, vero patrimonio non solo del territorio locale ma di tutta la regione Lazio.
Elisa ha vissuto con particolare coinvolgimento questa nuova esperienza: “Non ho parole per ringraziare la famiglia Cosmi per aver ospitato i nostri ragazzi. Complimenti inoltre a Consuelo, la nostra accompagnatrice, che ci ha seguito impeccabilmente nel percorso di avvicinamento a questa realtà straordinaria: dal funzionamento della cantina, alla visita ai diversi locali, all’illustrazione della procedura completa della vendemmia dalla raccolta dell’uva (attualmente effettuata con macchinari tecnologici) fino alla spremitura  ed  all’imbottigliamento”.
Insomma, Elisa è davvero inarrestabile; con l’occasione tiene infatti a ricordare che sono imminenti le riattivazioni dei vari corsi sportivi destinati ai suoi ragazzi speciali.
A ottobre  ripartiranno quindi, come di consueto,  i corsi di  nuoto, presso la piscina Stadio Waterpolis di Anzio ed i corsi di pallavolo,  presso la palestra Emanuela Loi di Nettuno.
Infine ad Elisa preme sottolineare che i ragazzi sono costantemente supervisionati da uno staff composto da 2 tutor e da una psicologa, la dottoressa Diana Di Laudo, ai quali rivolge i suoi ringraziamenti per la dedizione e la professionalità. Ringraziamenti che doverosamente estende alla Prof.ssa Ileana Ottaviani,  fondatrice della Fondazione Porfiri, che anche quest’anno ha sostenuto Spiragli di Luce ed ha così permesso di tenere in vita il progetto del Campo Estivo, nonostante l’annullamento del Cross Trofeo Città di Nettuno, che, ricordiamo, per oltre 10 anni è stata la linfa principale di questa iniziativa prima che la pandemia ha reso difficoltoso ristabilire i presupposti per dare continuità a quella che è stata una delle manifestazioni sportivo-sociali più sentite e partecipate nel territorio.
Per informazioni sulle attività di Spiragli di Luce è possibile contattare Elisa Tempestini ai seguenti recapiti:
E-mail: elisatempestini@hotmail.it
Mobile: 3284310352