Home Attualità Alla Farmacia Cinque Miglia di Anzio al via l’iniziativa “Libri in prestito”

Alla Farmacia Cinque Miglia di Anzio al via l’iniziativa “Libri in prestito”

678

VI PRESTO IO, … I LIBRI
Il cammino per debellare l’analfabetismo di ritorno, fenomeno che interessa una quota di alfabetizzati che perdono nel tempo competenze di scrittura e lettura a causa del mancato esercizio di quanto imparato, passa anche da “Libri in prestito”.
“Non potete leggere perché non avete i soldi? Vi presto io i libri” lo dice il dottor Gaetano Mauro della Farmacia Cinque miglia di Anzio, annunciando l’iniziativa “Libri in Prestito”, partita in questi giorni. Da Valentina Salsedo, assessore alle attività produttive, spettacolo e turismo del Comune di Anzio, è scaturita la scintilla che ha fatto nascere la cosa.
“Faccio mio il detto di Gianni Rodari: ‘Vorrei che tutti leggessero. Non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo’, riportata nel romanzo ‘I prigionieri del Diavolo a Roma’ di Domenico De Blasio, il primo che apre la serie dei “Libri in prestito”, ci dice l’assessore Salsedo.
“Cosa si nasconde in un laboratorio segreto di biologia sintetica, dove si costruiscono nuove forme di vita?”, si chiede Cristiana Vettori nella sinossi del romanzo. “Forse virus pericolosi capaci di minacciare l’intero genere umano? Nel romanzo di De Blasio, un ricercatore entra in possesso di documenti riservati e vuole renderli pubblici. La storia si svolge a Roma durante il lockdown del dicembre 2020 e risulta avvincente per i colpi di scena e per il tema che riflette le paure che ci hanno agitato durante la recente pandemia”.
“Poeti e scrittori portateci i vostri libri: vi farete conoscere e contribuirete all’iniziativa. A prestarli ci penseremo noi”, esorta il titolare della Farmacia Cinque Miglia. Potete contattare il numero 3384206474 per manifestare la vostra disponibilità”.