Home Attualità Dal mare di Nettuno alla montagna, percorso in bici per solidarietà

Dal mare di Nettuno alla montagna, percorso in bici per solidarietà

280

Il mare e la montagna legati dal filo della solidarietà. Sport e solidarietà, insieme per aiutare chi è meno fortunato. #Progetto Germogli. “ZeroTo1536. Cosa vuol dire?
Vuol dire stendere un filo invisibile tra il mare e la montagna, tra l’acqua e la roccia.
Questo filo ha un inizio, la spiaggia di Nettuno, e un arrivo, la vetta del Monte Semprevisa, percorre strade, sentieri, spesso accidentati e irti di ostacoli.
Come il filo della vita, che lega un padre e una figlia, una mamma e un figlio.
Come il filo della Solidarietà, che lega tra loro persone di buona volontà con altre meno fortunate, alle prese con grosse difficoltà familiari.
In questo contesto sono onorato di poter promuovere una raccolta di fondi, abbinando la mia “passeggiata” al Progetto Germogli – Semi di Pace, un gruppo di amiche e amici professionisti che forniscono aiuto psicologico, logopedico, neuropsicomotorio, a famiglie con difficoltà sociale ed economica.
Forza amici, aiutatemi a sostenere le famiglie del “Progetto Germogli”!
Una piccola donazione all’IBAN
IT78V0832773290000000020180
Riportando come causale:
” Progetto Germogli ZeroTo1536″.
Il percorso avrà inizio dalla spiaggia di San Rocco, per attraversare in successione Tre Cancelli, Borgo Montello, latina Scalo, abbazia Valvisciolo, Bassiano, la sterrata che sale a Campo Rosello, e infine bici in spalla il sentiero escursionistico Nardi, per raggiungere la vetta del m. Semprevisa. Parto da solo, un amico accompagnerà il protagonista dell’impresa da Latina Scalo, un altro da Bassiano”.
L’ideatore dell’iniziativa è Augusto Catalani.