Home Cultura e Spettacolo Folla e preghiere alla Processione di ritorno, grande festa a Nettuno

Folla e preghiere alla Processione di ritorno, grande festa a Nettuno

1042

Una Festa bellissima, di fede e di piazza, quella che si è tenuta questa sera a Nettuno. In tantissimi hanno affollato il Comune del Tridente per salutare Nostra Signora delle Grazie, pregare, chiedere una grazia, e scortarla dalla Collegiata di San Giovanni al Santuario in una lunga preghiera  al grido di Evviva Maria. In prima fila il Sindaco Alessandro Coppola, che ha dovuto attendere due anni per poter camminare in processione con la fascia, ricordando la mamma, devotissima alla Madonna di Nettuno. Ma anche le autorità militari e il Vescovo di Albano Monsignor Viva. I canti dei fedeli hanno ccompaganto l’uscita della Madonna su piazza San Giovanni, Poi l’avvio della processione. La prima sosta sotto la Guardia di Finanza. Le auto di servizio con i lampeggianti accesi sotto il Presidio militare hanno reso onore alla Madonna, che si è girata verso la sede delle Fiamme Gialle per un saluto. Poi la tappa in via Cattaneo e il lancio dei petali di rosa. Lo stesso sotto la porta del Borgo medievale a due passi dal Comune. La Processione è poi passata vicino al Santuario, accolta dai fuochi e infine il ritorno a casa. Preghiere commozione, la voglia di tutti di salutare Nostra Signora delle Grazie e pregare. Ma non è mancata la festa, lo Street food affollatissimo, i negozi aperti, una città viva e vitale come non si vedeva da tantissimo tempo. Poi alle 23,30, puntualissimi, i fuochi offerti al comune dalla Bcc di Nettuno. Bellissimi e applauditi dai tanti che si sono fermati proprio per ammirarli. Una bellissima serata, di preghiera, di festa, per tornare a vivere dopo due lunghi anni di pandemia.

Nostra Signora delle Grazie al Borgo
La folla allo Street Food
Nostra Signora esce dalla Collegiata di San Giovanni
Le Priore
I fuochi offerti dalla Bcc
Le auto della Finanza rendono onore alla Madonna di Nettuno