Home Cultura e Spettacolo Torna la festa della Patrona di Nettuno: parla la Capo Priora Federica...

Torna la festa della Patrona di Nettuno: parla la Capo Priora Federica Ficchi

2556
Fotografia di 'Cravatterosse'

Torna sabato 14 maggio, la festa in onore della Madonna delle Grazie, Patrona di Nettuno, dopo due anni di stop a causa dell’emergenza Coronavirus e, con essa, uno dei simboli di questa celebrazione: le Priore. Per le giovani nettunesi, indossare durante la processione lo sfarzoso ed elegante costume tradizionale è un grande onore. La Priora centrale, o “Capo Priora come viene comunemente chiamata in città, estratta nella Collegiata dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista nel 2020 è stata Federica Ficchi. “il sogno di una vita”, come dice Federica stessa, che si realizzerà dopo due anni di attesa. Di seguito l’intervista alla Capo Priora di quest’anno Federica Ficchi.
Che emozione si prova ad essere Capo Priora? Cosa vuol dire per te?
Diciamo che ancora fatico a crederlo, fin quando non indosserò il vestito non ci crederò. É il sogno di una vita che si realizza ed io stento a credere che dopo 9 anni di attesa, finalmente, sta per accadere.
Quale è la tipica giornata di una Capo Priora? Quali saranno i tuoi compiti?
Sarà una giornata pienissima, inizia alle 7 con il pellegrinaggio da San Giovanni fino a San Rocco e poi continua con i vari preparativi (trucco, capelli) per poi arrivare al momento più importante, quello della vestizione… Per poi andare in processione.
Eri stata sorteggiata nel 2020, prima dei divieti imposti a seguito della pandemia che hanno impedito lo svolgimento della processione di Nostra Signora delle Grazie di Nettuno. Questo ti rende la Capo Priora di quello che potremmo definire “un graduale ritorno alla normalità”.
Come ti fa sentire?
Mi piace pensare di portare un messaggio “di rinascita”, e di speranza… Spero di essere all’altezza del ruolo che ricoprirò… É stata una vittoria ed una rivincita personale essere Capo Priora. Il sogno di una vita che si realizza. Mi è stato recapitato un biglietto che diceva “I sogni non restano sempre sogni… a volte diventano realtà…” Ed il mio lo sta diventando.