Home Politica Delegati delle città gemellate a Nettuno per la Madonna delle Grazie

Delegati delle città gemellate a Nettuno per la Madonna delle Grazie

334

Fervono i preparativi per la festa in onore della Madonna delle Grazie, Patrona di Nettuno, dopo due anni di stop a causa dell’emergenza Coronavirus. Per quest’occasione arriveranno saranno presenti dal 6 al 9 maggio, e parteciperanno alla processione di andata, le delegazioni delle Città di Traunreut, Bandol e Weher, gemellate con Nettuno. Un’occasione per intensificare gli scambi culturali e che arriva a ridosso del 50esimo anniversario del gemellaggio con Traunreut, che cadrà il prossimo anno, e nell’anno del trentesimo con Bandol, città gemellata dal 1992, con la quale è già in programma un evento in Francia dedicato a Nettuno per festeggiare questa importante ricorrenza.
“Non c’era occasione migliore per rafforzare il legame di amicizia con le nostre città gemellate – dichiara il Vicesindaco con delega a Turismo, Spettacolo e Gemellaggi Alessandro Mauro – nonostante questi due anni siano stati dettati dalla pandemia, i rapporti istituzionale nel settore dei Gemellaggi non si sono mai interrotti, anzi sono stati riavviati dopo anni di stand-by, e oggi siamo felici di accogliere queste delegazioni che vivranno insieme a noi la gioia e il senso di comunità che solo la Festa di maggio riesce a creare in noi nettunesi. Questo è solo l’inizio – conclude il vicesindaco Alessandro Mauro – abbiamo già in programma un incontro a Bandol che sarà dedicato proprio al gemellaggio con Nettuno e nelle altre città a noi legate. E’ fondamentale per noi incrementare lo scambio culturale che contraddistingue il rapporto creato dai Gemellaggi per una crescita delle nostre comunità. Un sentito ringraziamento per la realizzazione di questo incontro con le città gemellate, insieme all’organizzazione di tutto il maggio nettunese, lo voglio rivolgere all’ufficio turismo e all’ufficio gemellaggi nelle persone di Daniela, Paola, Eleonora, Davide e Miranna che hanno curato ogni dettaglio e i rapporti con le delegazioni che verranno a farci visita”.