Home Cultura e Spettacolo Il 5 aprile Rezza e Mastella al Cinema Moderno di Anzio con...

Il 5 aprile Rezza e Mastella al Cinema Moderno di Anzio con Samp

175
La locandina del film “Samp” di Flavia Mastrella Antonio Rezza presentato a EVENTI SPECIALI - 17° edizione delle Giornate degli Autori – Festival del Cinema di Venezia 10 settembre 2020

Sono tantissime le prenotazioni per poter assistere, insieme agli autori Rezza e Mastrella, alla proiezione del film Samp ad Anzio. Un vero evento, con pochissimi posti ancora disponibili, che andrà in scena al Cinema Moderno di Anzio (e non a Nettuno) il prossimo 5 aprile alle 20,30.
A tutti gli interessati ricordiamo che è obbligatorio prenotare.
Oltre alla possibilità di vedere il film, presentato con successo al Festival di Venezia, i presenti avranno l’occasione di assistere alla proiezione insieme agli autori e performer Antonio Rezza e Flavia Mastrella, leoni d’oro alla carriera, autori di piece teatrali imperdibili e acclamate, che saranno in sala per poter dialogare con loro.
I due artisti, da tempo in rotta completa con il comune di Nettuno per la chiusura della Divina provvidenza, dove avevano la loro sala prove, hanno stabilito di non esibirsi mai più nel comune del tridente. Proprio per questo un evento a due passi da casa è qualcosa a cui non si può davvero rinunciare.
L’occasione è ghiotta per vedere un film in cui Samp, il personaggio interpretato da Rezza, è un killer che viene ingaggiato dal Presidente per eliminare i rappresentanti della tradizione. L’uomo ha problemi psicologici e una grande passione per la musica. Ha anche un’altra grande passione: quella per una donna che non ha mai visto né conosciuto ma ritiene possa essere la sua donna ideale. Dopo aver ucciso la madre si dedica agli omicidi commissionati e alla ricerca di colei che lo ha colpito con la sua assenza.
Il film evidenzia il lavoro di Mastrella e Rezza sull’espressione corporea e verbale che hanno da sempre sviluppato anche negli spettacoli teatrali per i quali sono noti in tutto il mondo.
Le riprese del film sono iniziate 19 anni fa e terminate nel 2020 ed è stato girato in Puglia. Ogni domanda sul film potrà essere rivolta direttamente agli autori.