Home Cronaca L’Anc sfrattata da Nettuno, il Consiglio di Stato ferma lo sgombero

L’Anc sfrattata da Nettuno, il Consiglio di Stato ferma lo sgombero

714

Il Consiglio di Stato ha sospeso fino alla discussione in Camera di Consiglio, fissata per il prossimo 3 maggio, l’efficacia dell’ordinanza cautelare del Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio in merito alla decisione di sfrattare dalla sede di Tre Cancelli a Nettuno l’Associazione di protezione civile dei carabinieri in pensione.
Lo scorso 4 marzo il Tar del Lazio aveva confermato lo sgombero dei locali della ex delegazione anagrafe di Tre Cancelli, a Nettuno, occupati dall’Associazione nazionale carabinieri, come era stato ordinato dal Comune di Nettuno nel dicembre scorso. La richiesta dell’Anc di sospendere il provvedimento è stata respinta dai giudici amministrativi ma il Consiglio di Stato ha concesso ulteriore tempo.
Il Comune, lo ricordiamo, ha ordinato lo sgombero specificando che al momento l’Associazione non sarebbe legittimata a occupare quei locali, sede del centro operativo comunale e intercomunale di Protezione civile, essendo scaduta la convenzione che aveva con l’ente locale. Nell’ordinanza dirigenziale viene specificato che non è stata sottoscritta una nuova convenzione poiché i locali sarebbero stati modificati senza alcuna autorizzazione e sarebbero state cambiate anche le serrature senza consegnare le nuove chiavi al personale comunale.
A difendere l’Associazione gli avvocati Claudio Capasso e Alessandro Barduagni, che ha seguito la vicenda fin dal primo minuto. Ora non resta che attendere il 3 maggio per conoscere l’esito della controversia.