Home Politica Inizia la campagna elettorale per il comune di Anzio, sfide e tensioni

Inizia la campagna elettorale per il comune di Anzio, sfide e tensioni

960

Vincenzo Capolei, con un messaggio sui social, annuncia la prossima riunione ad Anzio con i sostenitori di Forza Italia, incontro che vanterà la presenza del senatore azzurro Maurizio Gasparri.
L’incontro, previsto per venerdì 14 gennaio, sarà un’occasione importante per confrontarsi con il gruppo politico e, soprattutto, parlare del futuro politico di Anzio o del dopo De Angelis che nell’ultimo periodo sta vivendo l’incertezza politica di una maggioranza che sembra sempre più perdere quella affinità e quell’unione che l’aveva contraddistinta ad inizio mandato.
Il post pubblicato sul profilo personale facebook non lascia indifferenti rispetto alla prossima campagna politica di Anzio che sembra di fatto già iniziata. Vincenzo Capolei noto esponente Forzista nella provincia romana, nonché fratello di Fabio Consigliere Regionale, leader indiscusso della politica delle due cittadine del litorale annuncia l’arrivo ad Anzio di un “big” della politica nazionale: il senatore Gasparri. Un annuncio che sembra una chiamata “alle armi” (in senso metaforico) per la formazione dell’asse elettorale ed il gruppo politico Anziate (e Nettunese) su quello che sarà lo scenario per l’imminente futuro.
Ormai è impossibile non notare che sul litorale i vari gruppi politici sono in fermento. Ma su Anzio i riflettori sono già accesi per le elezioni del 2023 e i fratelli Capolei, che non sono gli ultimi arrivati, non possono non cogliere l’occasione di aprire il dibattito in pancia al partito e dare voce ai mal di pancia nella maggioranza per quello che sarà il futuro della città neroniana. Dopo che il sindaco di Anzio Candido De Angelis si è schierato tra le file della Lega, con l’appoggio in Area metropolitana al consigliere Presicce, alla corte dell’ex sottosegretario Claudio Durigon, Fabio e Vincenzo alzano la posta e fanno campagna acquisti perché non vogliono mollare la rielezione alla Pisana. Nell’apparente calma molto si sta muovendo.
La presunta perdita di tre consiglieri dalla maggioranza De Angelis insinua un punto di svolta per la politica anziate: se prima la calma, o meglio il silenzio, resisteva ora, invece, sembra che il cancello del famoso “recinto di maggioranza” non sia abbastanza grande da tenere insieme tutte le anime. Più di qualche consigliere e la maggioranza iniziano ad affannarsi per tentare di tenere il gruppo di governo coeso ma c’è chi dice che ci sia qualche assessore con ambizione da Sindaco che dopo l’estate potrebbe abbandonare la maggioranza, per tentare la propria corsa, stanchi di non avere alcuna voce nel cerchio dei fedelissimi del Sindaco.
In questo quadro non sfugge la vicinanza a De Angelis di Cambiamo con Toti. Il
sempre verde Placidi si schiera in prima linea con l’attuale Sindaco, segnando, anche se nessuno lo vuole dire apertamente la rottura con chi ancora alle scorse elezioni puntava sul “deangelismo” come unica cura per la guida della città. Antipatie e invidie circondano il sindaco e oggi sembra sempre più difficile tenere uniti tutti i gruppi ormai spaccati e lacerati da tensioni interne, fino alla fine del mandato. Ora bisognerà vedere quali saranno i passi del Sindaco De Angelis in vista del voto e di chi si potrà ancora fidare nella maggioranza che lo sostiene.
L’avvento dei Capolei in Regione ha portato nella politica del litorale nuove idee e ridato linfa alle ambizioni di chi si sentiva messo da parte sia ad Anzio che a Nettuno, anche se di novità non si può tanto parlare visti i personaggi che girano intorno ai fratelli anziati che la mattina ci mettono “il Cuore“ e la sera si vestono di “azzurro”. Aspettiamo venerdì, per vedere cosa accade, sempre che non sia stata una mossa per farsi chiamare o per alzare il tiro. O forse questa volta Vincenzo Capolei fa sul serio e pensa ad un futuro per la città di Anzio con un gruppo politico pronto ancora una volta a sostenere la coalizione di centrodestra, resta solo da capire quale. (dr)