Home Attualità Come proteggere cani e gatti dai botti di Capodanno, alcuni consigli utili

Come proteggere cani e gatti dai botti di Capodanno, alcuni consigli utili

385

Si avvicina la notte di Capodanno e come da tradizione, non mancheranno i fuochi d’artificio. Una notte di festa per molti, ma non per gli animali domestici. Coda tra le zampe, tremore, la ricerca di un riparo dietro o sotto i mobili, possono essere alcune delle reazioni manifestate dall’animale quando si sente minacciato e quindi in pericolo.
Tale sintomatologia può essere attenuata o talmente evidente da destare notevole preoccupazione e angoscia nel proprietario. Per ricevere alcuni consigli in merito, abbiamo intervistato Silvio Marsili, Presidente delle Guardie Zoofile ed Ecologiche di Anzio e Nettuno.
Come aiutare gli animali domestici a vivere in modo meno stressante i rumori determinati dai fuochi d’artificio?
La cosa migliore da fare – consiglia Silvio Marsili – è quella di attrezzare in casa un rifugio con una coperta e un gioco, così da far sembrare l’ambiente più sicuro. Può essere utile cercare di tranquillizzare l’animale con le coccole e aumentare il volume della televisione per stemperare i rumori sordi ed improvvisi dei fuochi d’artificio.
Perché i cani, soprattutto, hanno paura dei fuochi d’artificio?
Il cane possiede anche capacità olfattive più specializzate rispetto a quelle dell’uomo, sono infatti in grado di distinguere più odori contemporaneamente. Questo, in parte, spiega perché i cani siano ulteriormente infastiditi dai prodotti di combustione liberati nell’aria dai fuochi d’ artificio che esplodono.
Come riconoscere lo stato fobico nel mio animale domestico?
Sono tanti i comportamenti che permettono di riconoscere lo stress nei cani e nei gatti, che si verificano per esposizione a rumori intensi ed inaspettati come quelli dei fuochi d’artificio, tra cui: tremore, ipersalivazione, respiro più frequente, propensione a nascondersi e a fuggire via, rifiuto del cibo, continua richiesta di attenzione ecc.
Quali sono le cose da non fare?
Occorre evitare di lasciare l’animale all’aperto o di consentirgli una via di fuga all’aperto. Infatti, lo spavento potrebbe spingerlo a fuggire per strada.
Cosa fare se la fobia del mio animale sembra poter compromettere la sua salute?Se la fobia fosse particolarmente grave potrebbe essere utile l’ausilio di alcuni integratori naturali che, se somministrati alcuni giorni prima dell’evento, possono risultare utili per l’animale. Tuttavia, lo ricordiamo, prima di somministrare gli integratori è opportuno rivolgersi con largo anticipo al proprio veterinario di fiducia.
(IP)