Home Attualità Istallato il sollevatore “Bluone” allo stadio del nuoto di Anzio Waterpolis

Istallato il sollevatore “Bluone” allo stadio del nuoto di Anzio Waterpolis

198

Un evento importante, quello che si è tenuto oggi allo stadio del nuoto di Anzio Waterpolis, dove è stato istallato un sollevatore “Bluone” per facilitare l’ingresso in acqua di persone disabili. Una nuova dimostrazione dell’impegno della società sportiva per garantire la possibilità di fare attività fisica in acqua anche a chi ha una mobilità ridotta.
La Federazione italiana nuoto (Fin) ha dotato lo Stadio del Nuoto di Anzio di un sollevatore “Bluone” della DiGi Project, azienda leader del settore con sede a Pegognaga, in provincia di Mantova.
Il sollevatore consentirà alle persone carrozzate senza o con ridotta mobilità di poter accedere nella piscina del nuovo centro natatorio gestito dall’Anzio Waterpolis presieduta da Francesco Damiani.
Lo Stadio del Nuoto di Anzio (in via Nettunense, km 36.500) rappresenta un importante punto di riferimento per la pratica sportiva nel territorio che, dopo i lavori di riammodernamento, può contare su una struttura all’avanguardia.
Il Presidente dell’Anzio Waterpolis, Francesco Damiani dice soddisfatto alle telecamere di YoungTv:  “Sono molto contento di essere riuscito a portare ad Anzio un sollevatore di ultima generazione per non deambulanti, strumento indispensabile per tutti coloro che intendono praticare nuoto ma, non deambulano, come sappiamo le attività in acqua sono particolarmente utili per tutti ed in particolare per coloro che hanno problemi di deambulazione, lo strumento gli consente di scendere in acqua senza problemi.
Le piscine dell’Anzio Waterpolis devono consentire a tutti, di poter praticare attività ‘natatorie, nessuno escluso, segnale di grande attenzione nei confronti del Sociale e di tutti coloro che possono avere problemi di ogni genere.
Il sollevatore è stato consegnato dai vertici della Fin nell’ambito dell’organizzazione degli Europei di nuoto a Roma in calendario per il prossimo anno, il nostro impianto è stato già inserito tra gli impianti di carattere Internazionale e coinvolti nei programmi degli Europei Roma 2022”.
Infine conclude il Presidente Damiani: “Ringrazio di cuore la Federazione ed in particolare il Presidente onorevole Paolo Barelli ed il Presidente del Comitato Regionale dottore Giampiero Mauretti per la sensibilità’ dimostrata e l’attenzione prestata nei confronti della nostra Società’ e del nuovo Stadio del Nuoto che abbiamo realizzato ad Anzio”.
All’installazione è stato presente il Comitato Regionale Lazio della Federnuoto, Giampiero Mauretti che ha portato i saluti del presidente Paolo Barelli intervenuto telefonicamente. Mauretti aggiunge intervistato da Ilaria Pirri, giornalista di YoungTv. “La Federazione italiana nuoto (Fin) cura la cultura dell’acqua in tutti i suoi aspetti, non solo quello agonistico, questo aiuto che vuole dare alle persone con deambulazione ridotta è un segnale tangibile anche di riconoscimento all’impianto che quotidianamente sostiene queste persone permettendogli di praticare sport in acqua. La rilevanza di questa installazione è sia a livello regionale che per i prossimi europei”.
All’evento non è mancato il Sindaco di Anzio Candido De Angelis e l’Assessore alle Politiche dei Servizi Sociali Velia Fontana, il consigliere della Regione Lazio Fabio Capolei, il presidente dell’Anzio Waterpolis Francesco Damiani ed i collaboratori Massimo Giordani e Claudia Ciani, la campionessa di nuoto Martina Rita Caramignoli, bronzo europeo in carica dei 1500 stile libero sia in vasca lunga sia in vasca corta, e una selezione della squadra di pallanuoto di serie A1 guidata dal tecnico Roberto Tofani e composta da Alex Giorgetti, campione del mondo e argento olimpico, Cristian Gandini, Luca Di Rocco e Federico Lapenna.

I.P.