Home Attualità Terminati i lavori per Shingle22j Overtime, le sculture visibili sul retroporto

Terminati i lavori per Shingle22j Overtime, le sculture visibili sul retroporto

345

Sono terminati i lavori per Shingle22j Overtime, evento parentesi di Shingle22j Biennale d’Arte Contemporanea di Anzio, pensato per dare continuità alla realizzazione di una scogliera storico-artistica della città di Anzio in anni di restrizioni dovute all’emergenza sanitaria.
L’evento è stato realizzato grazie al Patrocinio e il sostegno del Comune di Anzio, la partnership della società Capo d’Anzio e dell’Accademia delle Belle Arti di Frosinone, tra il 3 e il 12 di settembre. L’evento, nato da un’idea di Andrea Mingiacchi, che ne è anche il curatore, è stato organizzato dall’Associazione Culturale 00042 che ha messo in campo il massimo delle energie per poter adempiere ad una perfetta riuscita del progetto. Shingle22j Overtime si è pregiato della direzione artistica del Professor Luca Marovino, in collaborazione con il Professor Alessandro Canu e della collaborazione degli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Frosinone: Leonardo Antonucci, Matteo Marovino, Claudia Saltarelli e Ramona Urbano.
L’obiettivo di questi interventi presso la scogliera di Anzio sono diversi: creare di un punto di interesse culturale – sviluppare una passeggiata artistica che racconti la storia della città di Anzio – donare un luogo di aggregazione per giovani e adulti; riqualificare un’area centrale ma dismessa; ampliare l’offerta turistico-culturale del territorio Il tema “storico” di questa edizione 2021 è stato legato al recupero delle origini, in particolare è stato dedicato alla realizzazione di interventi scultorei su alcuni massi della scogliera che rappresenteranno il “mythos” di questa città. Ascanio e Anteo sono stati i soggetti ispiratori di quest’evento artistico. Difatti secondo lo storico Xenagora Anzio fu fondata da Anteo, figlio di Ulisse e della maga Circe, mentre un’altra leggenda del ciclo troiano narrata da Gaio Giulio Solino attribuisce alla città un diverso fondatore: Ascanio, figlio di Enea. Nei prossimi giorni saranno collocate alcune targhe esplicative delle rappresentazioni scultoree che si sono realizzate fino ad oggi sulla scogliera, per rendere più semplice e maggiormente fruibile il racconto storico artistico della città di Anzio. Un ringraziamento speciale al Sindaco di Anzio Candido De Angelis e all’Assessore Laura Nolfi, che si sono spesi energicamente per la realizzazione di questo progetto a lungo termine, a tutta l’Amministrazione Comunale ed il personale amministrativo. Si ringraziano il Presidente dell’Associazione Culturale 00042 Elisabetta Civitan, il Consiglio d’Amministrazione della Capo D’Anzio, il personale e il Presidente Ernesto Monti, gli sponsor Ferramenta Flavia, I marmi di Dino Vellitri, Nautic Services, Dimensione Vino, ISI, Sunset wine & food, Inci Sport, Alessandro Vaudi e il professor Clemente Marigliani e tutti coloro che ci hanno sostenuti. Invitiamo tutti a vedere questo video di Fabio Conti che interpreta con energia ed entusiasmo la forza di questo nostro progetto. https://www.youtube.com/watch?v=I0Db1dJuSrM Associazione Culturale 00042