Home Cultura e Spettacolo Folla di turisti assalta il Wine Festival, solo sorrisi nelle piazze di...

Folla di turisti assalta il Wine Festival, solo sorrisi nelle piazze di Nettuno

1730
La minestra di pesce dei Cacciatori, buonissima

E’ stato un successo strepitoso, il Wine Festival di Nettuno andato in scena ieri, dalle 18 alla mezzanotte circa per tutta la città.
Ottimo vino, cibo eccellente, musica ad ogni angolo, mostre dei costumi storici e oggetti artistici e tanti tanti turisti che si sono potuti godere a piedi le bellezze di Nettuno, che regala angoli e scorci davvero suggestivi, oltre alle sue produzioni migliori.
E’ stato un vero evento con un’organizzazione perfetta. Tantissimi i cittadini venuti da fuori per degustare la produzione di vino locale, ma anche le prelibatezze a base di pesce dei ristoranti che hanno aderito alla bellissima iniziativa. I kit in prevendita avevano già avuto un buon successo ma ieri ancora alle 22 si vendevano i calici infine esauriti.
Alle 18 la conferenza stampa alla presenza degli organizzatori: il Comune e la Proloco Forte Sangallo, dei Sindaci di Nettuno Alessandro Coppola e Anzio, Candido De Angelis, e degli esponenti delle tre cantine coinvolte: la Divina Provvidenza, la Bacco e i Vigneti Fontana. In campo anche l’Associazione Nettuno In Tavola.

La città era stracolma di gente, difficile il distanziamento ma tutti avevano la mascherina, anche in prossimità degli stand, grazie anche alla sicurezza che incoraggiava a comportamenti virtuosi. Le file ai gazebo sono state tute ordinate, un momento, per chiacchierare, socializzare, scambiarsi opinioni sugli stuzzichini imperdibili e i vini che più erano piaciuti. Tantissimi gli eventi di intrattenimento organizzati in ogni piazza, con i costumi, con la musica, con la recitazione di poesie in dialetto locale.
Memorabili la minestra di pesce del Ristorante I Cacciatori, il risotto al lime e gambero del Lime, la pinza salmone insalata e salsa al prezzemolo in piazza del Mercato… solo per citarne alcuni ma davvero ogni proposta è stata apprezzata… e mentre si degusta e si passeggia, solo sorrisi, come era intenzione degli organizzatori. Perfetto anche il servizio di pulizia, con gli operatori che svuotavano i secchi ogni mezz’ora, con un occhio anche all’ambiente. Tutti i piatti e le posate utilizzate, infatti, erano in carta riciclata. Un evento stupendo che andrebbe ripetuto più volte l’anno.
I volontari Unitalsi a spasso per il Wine Festival
L’assessore Noce e la consigliera Alessandrini
La postazione del Lime
Gli stand in piazza Mazzini