Home Attualità Caccia al selfie a Nettuno, premiati in 30: oggi scene in dialetto...

Caccia al selfie a Nettuno, premiati in 30: oggi scene in dialetto a piazza Sacchi

1036

Sono stato 30 i partecipanti al gioco organizzato dai “Nethuns e Gli Enosigei”, un nuovo gruppo che si propone di preservare la cultura del territorio per valorizzarla e condividerla, e che partecipa alla 4^ edizione del Nettuno wine Festival con diverse simpatiche novità. Nella giornata di ieri è stato proposto ai cittadini un gioco di abilità e ingegno che, attraverso la risoluzione di enigmi e rebus, per stimolare la scoperta del territorio nettunese, ovvero, delle tradizioni e della cultura locale. A vincere il primo premio: un accesso gratuito al Festival e un’opera pittorica messa in palio da Salvatore Vitiello, è stato Giovanni Gentile, che per primo ha terminato il percorso completo della caccia al tesoro con i selfie.
Al termine dell gara, a tutti i partecipanti l’Associazione ha donato una bottiglia di vino gentilmente donata dalle cantine Bacco e Divina provvidenza.
Al termine della manifestazione l’Associazione ha proiettato i selfie dei partecipanti. Tanti cittadini, incuriositi dal gioco, hanno chiesto di ripeterlo il prossimo anno per poter partecipare.
Oggi la Libera Unione “Nethuns e gli Enosigei” partecipa al Nettuno Wine Festival con divertenti scenette, in dialetto, tra tipiche comari nettunesi, pezzi recitati e poesie declamate ….. al vino. Alle 18 in piazza Sacchi.
Allo stand dei Nethuns, situato sul lungomare, accanto al PIT (di fronte al municipio), mostra di sculture intagliate da radice di vite con la presenza dell’autore, Bruno Morelli.