Home Cronaca Gli ambientalisti protestano ad Anzio: “No al circo con gli animali”

Gli ambientalisti protestano ad Anzio: “No al circo con gli animali”

"Nella serata dell’ 8 luglio, il movimento ecologista identitario Foresta che avanza ha deciso di imporsi come fa da anni contro la prigionia

340

“Nella serata dell’ 8 luglio, il movimento ecologista identitario Foresta che avanza ha deciso di imporsi come fa da anni contro la prigionia e la schiavitù  degli animali, ridotti in misere condizioni solo per ludicità pubblica ed egoismo umano, incuranti del benessere degli animali stessi ridotti in gabbie, mal nutriti e costretti a svolgere un’attività a loro non adeguata, non in cattività. Il circo da sempre specula su questi poveri animali, ricevendo anche ingiusti sovvenzionamenti dallo Stato tolti dal fondo dello spettacolo per gli artisti che invece fanno la fame. Ad oggi molti comuni sia grandi che piccoli basti pensare a Milano, Roma, Viterbo, Cagliari, hanno vietato con ordinanze comunali apposite, l’entrata di questo tipo di circo, scempio di una vera e propria civiltà evoluta come dovrebbe essere la nostra. Chiediamo ora ai cittadini di unirsi tutti, alla nostra causa chiedendo almeno per i comuni di Anzio e Nettuno, la stessa normativa delle altre città, mostrando che si può fare spettacolo in maniera civile ed evoluta rispettando tutti gli animali e l’ambiente”.
Il gruppo ha manifestato con uno striscione davanti al circo posizionato ad Anzio sulla Via Nettunense ed ha affisso uno striscione per dire No al circo con gli animali.