Home Politica Personale e Centro raccolta ancora fermo, il Comune di Nettuno diffida la...

Personale e Centro raccolta ancora fermo, il Comune di Nettuno diffida la Tekneko

E' rotta di collisione tra l'Amministrazione comunale di Nettuno e la Tekneko, la Ditta che si è aggiudicata l'appalto rifiuti subentrando a se stessa

843
I nuovi mezzi della Tekneko

E’ rotta di collisione tra l’Amministrazione comunale di Nettuno e la Tekneko, la Ditta che si è aggiudicata l’appalto rifiuti subentrando a se stessa nella gestione del servizio, con un nuovo capitolato che non è tutto rose e fiori (basti pensare che la Ditta prima classificata dopo vari ricorsi ha rinunciato all’appalto).
Nonostante i buoni risultati in termini di differenziata sono diverse le contestazioni al servizio, a partire dal fatto che con l’estate sono iniziate diverse ‘sofferenze’, come sostegono dal Comune e dall’assessorato all’Ambiente guidato da Claudio Dell’Uomo, a causa del mancato adeguamento del personale previsto in assunzione. Ma la diffida, inviata oggi alla Ditta, riguarda in particolare la realizzazione del Centro di raccolta comunale che è ancora ferma. Il centro avrebbe dovuto essere realizzato entro lo scorso aprile, la ditta aveva chiesto una variante al Comune, che nelle scorse settimane è stata formalmente bocciata. Da allora tutto è fermo. A sollevare la questione gli uffici che invitano e diffidano la Ditta a dare il via alle procedure per la realizzazione entro e non oltre 15 giorni dalla consegna della diffida. Se la ditta non dovesse avviare le procedure previste il rischio è che si possa anche arrivare ad un ‘divorzio’ tra le parti.