Home Cronaca Nettuno si stringe alla famiglia di Annamaria Ascolese, vittima di femminicidio

Nettuno si stringe alla famiglia di Annamaria Ascolese, vittima di femminicidio

"Mai più!" E' il grido di dolore che pervade le comunità di tutti i comuni del Lazio, da quelli adiacenti alla Città di Marino ai più distanti.

3608

IN RICORDO DI ANNAMARIA ASCOLESE, VITTIMA DI FEMMINICIDIO. I COMUNI DEL LAZIO SI STRINGONO INTORNO ALLA FAMIGLIA DELL’INSEGNANTE, ALLE CITTA’ DI MARINO E SARNO – MAI PIU’!
“Mai più!” E’ il grido di dolore che pervade le comunità di tutti i comuni del Lazio, da quelli adiacenti alla Città di Marino ai più distanti.
Annamaria Ascolese, insegnante del plesso elementare Anna Frank di Frattocchie, si è spenta il 21 aprile 2021, dopo 5 giorni di lenta agonia presso l’ospedale San Camillo di Roma, barbaramente uccisa dal marito, Antonio Boccia. Il Sindaco di Marino, Carlo Colizza, ha proclamato il lutto cittadino per oggi 30 aprile 2021. Dalle 15 la comunità di Marino potrà recarsi presso lo Stadio Comunale D. Fiore per porgere l’ultimo saluto ad Annamaria, prima che torni nella sua terra natale: la città di Sarno.
Condividiamo la necessità e l’urgenza della Città di Marino di rendere pubblico un momento così intimo, perchè solo attraverso la condivisione estesa di questo immenso dolore, è possibile costruire le basi per un futuro fondato sull’amore e non sull’odio, non sulla violenza, non sulla sopraffazione dell’altro.
La comunità di Nettuno abbraccia i familiari di Annamaria, tutta la Città di Marino e di Sarno, e chiede a gran voce: “Mai Più!”. Ciao Annamaria!