Home Politica L’assessore Zomparelli: “Nasce il Paniere dei prodotti identitari Nettunesi”

L’assessore Zomparelli: “Nasce il Paniere dei prodotti identitari Nettunesi”

Il Sindaco di Nettuno Alessandro Coppola, per il tramite dell’assessore Lega alle politiche agricole Luca Zomparelli e con l’ ausilio dell’assessore

299
Il Sindaco di Nettuno Alessandro Coppola, per il tramite dell’assessore Lega alle politiche agricole Luca Zomparelli e con l’ ausilio dell’assessore all’ambiente Claudio Dell’Uomo, su iniziativa del consigliere Lega Lorenza Alessandrini, hanno promosso la nascita del “Paniere dei prodotti identitari Nettunesi”, con il passaggio in commissione del relativo Regolamento, per valorizzare e promuovere le specificità del territorio di Nettuno e le sue lunghe tradizioni locali, con un occhio all’ambiente.
“Il Paniere dei prodotti identitari rappresenta un’ideale cesto che raccoglie tutte le bontà tipiche delle nostre produzioni locali, così da esaltare il grande legame che abbiamo con la tradizione, ma anche tutti quei prodotti che, nel nostro territorio, raggiungono l’eccellenza grazie a filiere virtuose sul piano sostenibile, così da premiare lo sforzo tecnologico che si è deciso di sostenere in un’ottica di salvaguardia ambientale.
Grazie al prezioso ed imprescindibile supporto dell’Ingegner Benedetto Sajeva, della commissione ambiente e della commissione politiche agricole, stanno nascendo rispettivamente i marchi De.C.O., Denominazione Comunale di Origine ed E.CO., Eccellenza Comunale ed il loro Regolamento per il Comune di Nettuno, riconoscimenti della tipicità propria di quei tanti prodotti che non rientrano in altre forme di tutela.
Il processo di attribuzione dei marchi è molto semplice: sarà instituito un tavolo tecnico che si occuperà di vagliare il rispetto dei requisiti che i produttori ed i prodotti debbono osservare per potersi fregiare del marchio De.C.O., E.CO. ovvero di entrambi. Successivamente, con una delibera comunale il Sindaco andrà a riconoscere la virtuosità raggiunta ed i produttori/prodotti verranno inseriti in appositi elenchi pubblici e potranno divulgare il marchio ottenuto.
Quest’ultimo passaggio è di fondamentale importanza, perchè il riconoscimento ha un peso concreto per il produttore il quale sicuramente avrà un maggiore ritorno economico grazie alla spendibilità del marchio. Inoltre, sarà interesse del Comune anche avviare iniziative atte ad esaltare i prodotti a marchio e ad aumentarne la visibilità, operando serie politiche di sostegno alle attività produttive a km0, molto importanti in questo periodo particolarmente delicato per l’economia.
Mi è sembrata la strada migliore per legare i nostri prodotti alla nostra meravigliosa terra, vera miniera di cultura, usi e tradizioni che meritano di essere valorizzati e tramandati, al fine di incentivare il km0″. Così in una nota l’assessore alle politiche agricole Zomparelli.