Home Politica Ordinanza antiprostituzione, l’assessore Zomparelli: “Lotta al degrado”

Ordinanza antiprostituzione, l’assessore Zomparelli: “Lotta al degrado”

E’ stata pubblicata l’ordinanza Sindacale del Primo cittadino di Nettuno n. 15/2021 volta a prevenire e contrastare i pericoli cagionati da comportamenti

389
La lite tra prostitute a Padiglione

E’ stata pubblicata l’ordinanza Sindacale del Primo cittadino di Nettuno n. 15/2021 volta a prevenire e contrastare i pericoli cagionati da comportamenti connessi allo sfruttamento della prostituzione sulla pubblica via.
“Tenendo conto delle molte segnalazioni che sono pervenute al Sindaco e al sottoscritto, l’ordinanza mira a concentrarsi su tutte quelle aree dove il fenomeno della prostituzione su strada si registra con una maggiore intensità – esordisce l’Assessore con delega alla Sicurezza e alla Polizia Locale Luca Zomparelli – capiamo profondamente l’indignazione frutto del degrado che una pratica di tale portata apporta al nostro Comune, oltre a reputare fondamentale intervenire per contrastare con ogni mezzo possibile ogni forma di sfruttamento della persona. Il rispetto dell’ordinanza sarà garantita specialmente dagli uomini e le donne della nostra Polizia Locale, sempre in prima linea per garantire la sicurezza sul territorio come ampiamente dimostrato dal grande lavoro svolto in quest’anno di pandemia e per il quale rivolgo il mio più totale apprezzamento e il mio più sentito ringraziamento”.
Nello specifico il provvedimento si estenderà su tutto il territorio comunale, con particolare attenzione alle zone di Padiglione e delle Grugnole“.
“Attraverso l’ordinanza – conclude l’Assessore Zomparelli – potranno essere puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria fino a 500 euro tutti coloro che porranno in essere comportamenti non equivoci. Siamo al lavoro anche per completare in tempi brevi un regolamento di Polizia Urbana, in accordo con il comandante facente funzioni e il dirigente del settore, in cui sarà previsto l’inserimento come ordine di servizio degli agenti della Polizia Locale il controllo e il rispetto della suddetta ordinanza”. Un’identica ordinanza è stata emessa anche dal Comune di Anzio, per dare maggiore efficacia al provvedimento.