Home Cultura e Spettacolo “Semplicemente santi”, il secondo libro del nettunese Armando Conforti

“Semplicemente santi”, il secondo libro del nettunese Armando Conforti

Lo studioso nettunese di demonologia e angelologia Armando Conforti  prossimamente  pubblicherà il suo secondo libro, ovvero “Semplicemente Santi”.

204

Di Mirko Piersanti
Lo studioso nettunese di demonologia e angelologia Armando Conforti  prossimamente  pubblicherà il suo secondo libro, ovvero “Semplicemente Santi”. Dopo il grande successo di vendite della sua prima opera, “Il segreto di Santana”, lo scrittore è tornato con un nuovo testo. “Nel mio secondo libro vengono analizzati alcuni profili di santi molto giovani tra cui il Beato Carlo Acutis, Chiara Luce Badano e altri. Ho scelto dieci profili tra i tantissimi santi che ci sono e che mi hanno colpito perché nella loro vita non hanno avuto apparizioni o una vita mistica ma hanno portato in maniera eroica la fede – ha raccontato Armando Conforti – il mio primo libro “il Segreto di Satana” è ancora in viaggio, ovvero, ancora oggi, è molto seguito e  venduto. Ho voluto trattare un tema molto importante come la lotta tra il bene e male e dare un altro messaggio di speranza perché i miei primi due libri sono correlati per il fatto che molti santi, nella battaglia contro il demonio, sono presenti”.
Oltre al suo secondo libro, Armando Conforti ha svolto diverse iniziative. Innanzitutto come associazione “Missionari Libera Nos a Malo” è stato attivato un telefono amico a cui tutti possono chiamare e ricevere dei consigli evangelici. Inoltre questa associazione si propone di dare voce ai loro sfoghi e far comprendere  quanto è importante al giorno d’oggi la figura del sacerdote per quanto riguarda la battaglia tra il bene e il male.
“La santità è un cammino – continua Armando Conforti – e un obiettivo che si porta avanti dall’inizio della nostra vita. Abbiamo tutti gli strumenti per diventare santi, nulla è impossibile e l’importante è affidarsi al Signore ed è lì che avvengono i miracoli veri e propri da un punto vista spirituale. Vivere è una cosa molto difficile, ma come dice anche la Madonna se viviamo assieme a Gesù e lo facciamo entrare nel nostro cuore, assaggiamo un pezzo di Paradiso anche sulla Terra. La persona che vive nella fede è colui che è gioiosa ed è cosciente di essere vivo, sa a chi rivolgersi e a chi affidarsi. Ci sono persone che, in questa pandemia, hanno perso la fede ma ce ne sono tante altre che l’hanno riacquistata. Molte famiglie durante il lockdown hanno ripreso a pregare e mettere al centro Gesù e questo è un messaggio bellissimo. Mi sono arrivati molti messaggi e feedback da persone che hanno acquistato il mio libro, lo hanno letto anche ragazzi di 17 e 18 anni. Non mi aspettavo il successo de “Il segreto di Satana”, ma nella mia vita non è cambiato niente, solo che adesso ho solo un po’ più impegno in tutte le cose che faccio. Adesso come associazione, noi stiamo collaborando con un grande centro ovvero il Centro Gerasa, un’associazione diocesana di Milano dove curano i malati spirituali.”