Home Cultura e Spettacolo Allo Sporting club Anzio, evento benefico per aiutare Gabriele Turetta

Allo Sporting club Anzio, evento benefico per aiutare Gabriele Turetta

Oggi pomeriggio alle 15 in diretta streaming causa Covid-19, dalla sede dello Sporting Club Anzio e della Lupatelli Tennis Academy, si è svolto un evento benefico,

777

di Giulia Melchionda
Oggi pomeriggio alle 15 in diretta streaming causa Covid-19, dalla sede dello Sporting Club Anzio e della Lupatelli Tennis Academy, si è svolto un evento benefico, organizzato per sostenere economicamente e moralmente Gabriele Turetta e la sua famiglia, nelle cure e nelle terapie che dovrà fare in Slovacchia, in seguito al brutto incidente stradale nel quale è rimasto coinvolto nel 2019. Il giovane di Nettuno e la sua famiglia sono stati protagonisti di una serie di eventi negativi che li ha travolti rendendo ogni cosa difficile ma non sono rimasti soli.
La raccolta fondi è stata avviata tramite una locandina sponsorizzata dallo Sporting Club Anzio con l’IBAN per la donazione, da tutti i clienti del club che hanno voluto collaborare e da Paola Ligalupo che ha anche presentato l’evento.
La partenza è domani e la mamma Milena ha più volte ringraziato tutti per le tantissime donazioni fatte e per l’affetto dimostrato. “E’ grazie soprattutto a voi che riusciamo a partire” ha detto commossa ai presenti. All’evento era presente anche il consigliere regionale Fabio Capolei e il delegato allo sport del comune di Anzio Massimiliano Millaci che hanno voluto far sentire la loro vicinanza alla famiglia.
“Appena l’ho vista mi sono emozionato perché ho sentito le parole di una mamma che lotta con la speranza che tutto andrà bene” queste le parole del Consigliere Regionale Fabio Capolei prima di consegnare la maglia della Roma con dedica e autografo di Bruno Conti.
Anche Millaci ha espresso i suoi migliori auguri alla mamma di Gabriele, spronandola ad avere tanta forza, tutta quella che serve per cercare di restituire a Gabriele una vita migliore.
L’emozione del momento è arrivata a tutti anche attraverso lo schermo e non ci resta che augurare il meglio a questo ragazzo e invitare chi può, a sostenere con una piccola donazione le sue terapie. È possibile trovare tutte le indicazioni sulla pagina Facebook “Insieme per Gabriele”.